NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

6 Gennaio. Epifania del Signore, e . . . nostra

Il Vangelo della Domenica
Aspetto
Condividi

Dio, da invisibile che era, si è reso visibile, facendosi uomo nel grembo della Vergine Maria. Lo hanno incontrato i pastori di Betlemme, Bambino che giaceva nella mangiatoia; lo hanno trovato e adorato i Magi, che venivano da lontano; lo incontriamo noi, allorché si rende presente nei vari Sacramenti. Dio si lascia trovare da chiunque lo cerchi. Una ricerca che può essere fatta nelle diverse esperienze della vita: la coscienza, il pensiero, la storia, l’azione, il dolore, l’amore, il progresso, il peccato, la Chiesa. Gesù è all’incrocio di tutte queste vie. Trovando Lui, si scopre la pienezza della vita, una vita che va oltre la morte, che sfocia nell’eternità. Nel recente passato si è giunti a dire che “Dio è morto”! NO! DIO NON MUORE! Può esserci chi, per cecità, non vede più il sole; ma il sole non si è spento. Uno può essere accecato dall’odio e non voler vedere più nessuno, ma gli altri esistono sempre; si può essere accecati dal danaro, dal sesso, e, per il denaro e il sesso, si tradisce anche la persona più cara, e per il tale non esiste più né Dio, né l’uomo; si può essere accecati dalla cattiveria e non essere disposti a cambiar vita; ma una verità e una realtà non la puoi cancellare col tuo modo di vivere. In sintesi Si ha poca fede per scarsa ricerca di Dio, per poca umiltà, per pregiudizi, per una vita impostata male, per una presentazione errata di Dio, per una incoerenza di vita di tanti credenti in Lui. Dio però si lascia trovare; non fugge dinanzi a chi lo cerca. IL Natale è la festa dell’avvenimento storico in se stesso; l’Epifania è il risultato del Natale, la manifestazione del Dio fatto uomo e la nostra risposta, accoglienza che riserviamo al Signore. Gesù è venuto nel mondo per tutti; sì! proprio per tutti. I Magi rappresentano i diversi popoli, l’intera umanità. Se, come loro e i pastori, cercheremo il Salvatore, con gioia grande lo troveremo e potremo annunciare: “PER NOI E PER LA NOSTRA SALVEZZA DIO SI E’ FATTO UOMO” ! Lo può e lo dovrebbe gridare di gioia ogni uomo e donna al mondo, di ogni luogo e tempo, perché Gesù Cristo, ieri, oggi e sempre, è il nostro salvatore, è il salvatore di tutti! L’Epifania rivela che si può avere una religione vera, una relazione vitale con Dio; l’Epifania rivela come gli uomini possono incontrare Dio e come possono incontrarsi più facilmente tra loro, da figli di Dio e da fratelli.
Padre Nicola, Missionario Redentorista

Pubblicità