NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Perchè si è battezzato Gesù - Perchè battezziamo i bambini

Il Vangelo della Domenica
Aspetto
Condividi

Alcuni anni fa, in una trasmissione radiofonica su “Radio uno”, un professore con voce alterata rimproverava: “Giovanni Paolo II va in giro per il mondo predicando la libertà e la dignità di ogni essere umano, ma proprio la Chiesa cattolica fa la prima violenza amministrando il Battesimo ai bambini, imponendo loro una fede senza libera scelta”. Vediamo come stanno le cose e cos’è la libertà.
Il Battesimo di Gesù Gesù si fece battezzare da Giovanni Battista non perché avesse qualche peccato da farsi perdonare, ma, essendo vero uomo, si sottomise alle leggi religiose del suo popolo, e col Battesimo Dio Padre lo presentò agli uomini come il suo Figlio diletto, il Salvatore, che avremmo dovuto ascoltare. Il nostro Battesimo Con Gesù è nato un uomo giusto, come avrebbero dovuto essere tutti sulla terra. Ma questo non è avvenuto; ed essendo Gesù, oltre che vero uomo, vero Dio, può cancellare il nostro passato di peccato e fare di noi delle creature nuove nella giustizia e santità. “Si è fatto come noi per farci come Lui”. Perciò ci sono i Sacramenti, e primo fra questi il Battesimo. Col Battesimo preleviamo il bambino (o adulto che sia) da un mondo di peccato e lo immettiamo nella famiglia visibile dei figli di Dio, dove vige l’unica legge: amare Dio e il prossimo come ama Gesù. Se poi si ricade nel peccato, c’è la confessione, detta anche secondo Battesimo. Questo dono ci ha fatto Dio, questo dono fanno i genitori ai loro figli battezzandoli! A nome di tutti i battezzati diciamo: GRAZIE, cari genitori e padrini !
In conclusione
Insegnare e aiutare i bambini a crescere e vivere, amando Dio e il prossimo, come ha fatto Gesù, riconoscendo per tutti la stessa dignità e libertà, gli stessi diritti e doveri, sarebbe secondo quel professore fare violenza ?!
Ma cosa è la libertà per certe persone?!
Se, divenuti maggiorenni, i battezzati non volessero più saperne di vivere bene, onestamente, secondo il Vangelo, ce ne dispiacerebbe; ma non avrebbero il diritto di criticare e condannare chi ha cercato di far loro del bene sin da piccoli. Per salvaguardare la salute si è obbligati a vaccinare i bambini; per la cultura c’è la scuola d’obbligo; perché sarebbe violenza educare i bambini ai veri valori della vita?
A ragione preghiamo:
O Dio, concedici di vivere come fedeli imitatori del tuo Figlio prediletto, per chiamarci ed essere realmente tuoi figli.
A M E N !
Padre Nicola, Missionario Redentorista

Pubblicità