NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
63 Nuovi articoli

Santissima Trinità. Conoscendoci meglio …. !

Il Vangelo della Domenica
Aspetto
Condividi

 

Quante volte durante l’anno liturgico abbiamo parlato di Gesù, dello Spirito Santo e di Dio Padre!  Perché la Chiesa riserva ancora una Domenica alla solennità della Santissima Trinità? ! Perché,  contemplando le Tre Persone Divine in relazione tra loro   e  col mondo, conosciamo ancora di più Dio e conosciamo meglio  noi stessi. un solo Dio,  e in tre persone, perché Dio è amore;  ed, essendo amore, non può essere solitario,  persona unica, altrimenti quando non c’era l’uomo, e non c’era il mondo, Dio chi e cosa avrebbe amato? C’è un infinito amore tra il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. E, oltre ad essere amore nella Trinità, Dio ama tutto ciò che ha creato. Per  amore degli uomini, per salvarci, Dio si è fatto uomo, ed è sceso lo Spirito Santo.  Tutto è, ed è stato fatto con sapienza e amore. Noi uomini, poi, siamo fatti ad immagine e somiglianza di Dio; perciò Dio può dire: “siate santi, perché IO sono santo”; e Gesù, vero Dio e vero uomo, può dire: “amatevi, come io ho amato voi”. Noi siamo  figli di Dio, e con Gesù  coeredi della sua stessa gloria, cioè di una vita eterna beata.  In Conclusione     La fede ci aiuta ad essere più umani.  Dio ci è PADRE ? !   Viviamo da figli con Lui e da fratelli tra di noi!  Gesù ci ha comandato: andate in tutto il mondo e predicate il mio Vangelo, facendo discepoli tutti i popoli.  Siamo missionari!      La festa della Trinità è un invito pressante a realizzare la salvezza: una comunione di amore con Dio e col creato. Non è cosa da poco; come cambierebbe il mondo! Perché  avvertiamo  l’urgenza di rinnovarci riporto le amare  parole di Mahatma  Gandhi:“ Abbiamo  un mondo sez’anima;  politici senza princìpi;  religione senza fede;  scienza senza amore;  amore senza sacrificio;  gran parlare senza lavoro”.   Dobbiamo fare qualcosa.

  P. Nicola  Fiscante, Redentorista