NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
55 Nuovi articoli

CORPUS DOMINI. Riflettendo sull’Eucarestia ….

Il Vangelo della Domenica
Aspetto
Condividi

Perché crediamo con certezza che nell’Eucarestia quel pane e quel vino sono Gesù ? ! Anzitutto perché l’ha detto Lui, che ha detto sempre la verità; in secondo luogo, trattandosi di un miracolo, anche se all’apparenza quel pane e quel vino sembrano rimasti quali erano prima di essere consacrati dal sacerdote nella Messa, Gesù può fare questo miracolo, avendone fatti tanti altri. Ed ora esplicitiamo la parola memoriale, poco usata nel linguaggio comune. Memoriale è una realtà, avvenuta nel passato, ma ricordata e che si fa presente. L’Eucarestia è “memoriale” nei riguardi di Gesù e di noi uomini.
Nei riguardi di Gesù Durante l’Ultima Cena Gesù prese del pane, pregò e disse: “questo è il mio corpo”, trasformando quel pane nella sua presenza; la stessa cosa fece col vino. In ogni Santa Messa il pane e il vino consacrati diventano Gesù, pur essendo Gesù, “risorto e asceso al cielo”, visibile in Paradiso.
Nei nostri riguardi Gesù ha tanto amato gli uomini da dare la sua vita per loro, per i suoi discepoli e per tutti gli uomini, di tutti i tempi. Quel “Prendete e mangiate” dell’ultima cena, oggi è per noi; lo sarà per gli uomini di domani e di sempre . Ripeto, pur presente nell’Eucarestia, vedremo Gesù ,“faccia a faccia”, andando in Paradiso.
Perché l’Eucarestia ? ! “Siate uniti a me, come il tralcio è unito alla vite, e porterete molto frutto”, diceva Gesù; “ Io sono la vite e voi i tralci”. Gesù vuole unirci a Sé, per trasformarci in Lui; vuole che abbiamo la sua stessa vita, il suo stesso spirito; pensare – parlare – agire, come Lui, che ha fatto bene ogni cosa. Ebbe a dire l’apostolo Paolo: “Non sono più io che vivo, è Cristo che vive in me; il cuore di Paolo è diventato il cuore di Cristo; io credo di avere il pensiero di Cristo”.
L’Eucarestia segno di unità – vincolo di carità Come i chicchi di grano, da tanti che erano, sono diventati un solo pane, anche noi, uniti a Cristo, diventiamo un solo corpo. “Facendo la Comunione”, ne consegue necessariamente il volerci bene, voler bene a Dio, voler bene a tutti! Agire diversamente sarebbe un vero scandalo !
A NOSTRA SALVEZZA E A GLORIA di DIO Con l’Eucarestia si realizza la piena santificazione dei fedeli e la massima glorificazione di Dio. Non si può essere più uniti a Dio di come lo si è con l’Eucarestia: Dio in noi, e noi un tutt’uno con Lui, per essere come Lui nella giustizia e nella santità. Uniti a Gesù, con Lui e come Lui, benediremo e loderemo Dio Padre, con le parole e con la vita. Preghiamo ed auguriamo che l’Eucarestia realizzi ciò che significa! Amen ! P. Nicola Fiscante, Redentorista