NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
25
Mon, Jun
40 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Viabilità del piano Sulcis. Incontro tra Comitato Porto Solky e coordinatore del Piano. Stasera convegno ai Sufeti

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

La possibilità di verificare convergenze e di rimodulare i finanziamenti previsti dal Piano Sulcis sulla viabilità futura isolana è stato argomento di un incontro richiesto dal comitato e concesso dal coordinatore del Piano Sulcis Salvatore Cherchi. <Serviva per illustrare la proposta del Porto Polifunzionale e la relativa interferenza del nuovo ponte e viadotto, attualmente in fase di progettazione - spiegano Rolando Marroccu, Alfonso Curridori e Daniele Garau, portavoce comitato Porto Solky – oltre alla inadeguatezza delle opere portuali previste  per un vero rilancio economico e turistico del territorio>. Punto cardine della proposta del Comitato è la realizzazione di una nuova darsena turistica il più possibile adiacente alle aree ex Sardamag e la riqualificazione dell'attuale ponte elemento indispensabile per la fruizione dei servizi portuali e per una nuova viabilità per Calasetta e le varie località marine dell'isola. Inoltre, con la bonifica e riconversione delle aree ex Sardamag, come già previsto dagli strumenti urbanistici, si potrebbe realizzare il polo turistico ricettivo e di servizi inerenti alla nautica da diporto e il mare che l'intero territorio del Sulcis attende da decenni. Con la realizzazione dello scenario proposto, o ad esso similare che comunque non vada a duplicare i servizi offerti dagli altri porticcioli turistici (Portoscuso, Carloforte, Calasetta e la stessa Marina di Sant'antioco), ma bensì vada ad offrire servizi alternativi e una cantieristica ad alta specializzazione oggi assenti, tale da attrarre le grosse imbarcazioni che solcano le rotte del Mediterraneo e di conseguenza innescare un processo virtuoso di sviluppo economico nell'intero indotto che ruota attorno alla nautica da diporto. Il comitato Porto Solky ritiene che l'elemento fondamentale e imprescindibile per poter gettare le basi per un reale rilancio economico e sociale dell'intero territorio del Sulcis sia la condivisione degli intenti da parte dei vari soggetti preposti alla pianificazione e alla rimodulazione dei finanziamenti. L'incontro secondo il comitato avrebbe fatto emergere convergenze di intenti che si sintetizzano nel totale recupero delle aree portuali ed ex Sardamag a favore di un reale sviluppo della nautica. Il coordinatore del Piano Sulcis ha sottolineato che quanto esposto dal comitato è l'assetto finale del porto di Sant'Antioco che si intende realizzare con il piano Sulcis. <Il porto è polifunzionale a vocazione prevalentemente turistico – diportistica – spiega Salvatore Cherchi - Siamo quindi d'accordo sul porto polifunzionale e la convergenza è nel senso che il Porto è sin dall'inizio previsto come polifunzionale, quindi non abbiamo linee da cambiare>. Un distinguo che allontano le posizioni che anche se concordano in parte non consentirebbero però cambiamenti in quanto l'obbiettivo finale è identico. Il comitato non si arrende e  auspicando che il Consiglio comunale di esprimersi ufficialmente sul problema ha organizzato  per sabato alle 17,30, nella sala “I sufeti” in piazza De Gasperi, un incontro pubblico dal tema “Laguna e Portualità. Proprio per illustrare quanto fatto sinora e come si intende procedere in futuro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna