NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Thu, Nov
61 Nuovi articoli

Portovesme. I lavoratori Eurallunina dopo il si dell'Enel, interrompono l'occupazione e si preparano alla battaglia finale per il rilancio della fabbrica.

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Si è conclusa venerdì l'occupazione della sala riunioni dell'assessorato regionale all'ambiente dei rappresentanti sindacali e operai Eurallumina che hanno ripreso  la normale attività all'Interno dello stabilimento ma  mantenendo in essere la mobilitazione permanente già decisa dall'Assemblea Generale dei Lavoratori Eurallumina. I rappresentanti della RSU  hanno infatti comunicato ai lavoratori presenti davanti alla Regione che, a seguito della nota inviata dall'Enel, si è posto fine all'occupazione della sala riunioni dell'assessorato all'Ambiente. Lo ha annunciato un comunicato sindacale dopo che giovedì sera intorno alle 20 l'Assessore all'Ambiente Donatella Spano, insieme al suo suo Staff e i dirigenti,  ha comunicato ai rappresentanti della RSU, che da 3 giorni occupavano la sala riunioni dell'assessorato all'Ambiente, che la comunicazione ufficiale inviata da Enel e nella quale veniva chiarita ufficialmente la posizione di quest'ultima relativamente alla opzione del trasferimento di vapore a Eurallumina  e la messa a disposizione del proprio carbonile, è stata valutata positivamente. Nello specifico l'enel ha comunicato che per quanto riguarda il progetto di trasferimento del vapore ad Eurallumina momentaneamente non vi sono le condizioni per poterlo attuare ma  conferma la messa a disposizione del carbonile come già fatto anche nella conferenza dei servizi di Dicembre 2015. Il passo succesivo è stato quello di ratificare la lettera inviata da Enel dalla Rusal, proprietaria dell'azienda di Portovesme, che è stata gia inviata al servizio di valutazione ambientale regionale. Passo questo indispensanile per la ripresa ufficiale dell'iter autorizzativo, attualmente sospeso, che dovrà culminare nella conferenza dei servizi che l'assessore regionale Spano ha indicato si svolgerà entro e non oltre il mese di Gennaio 2017. “E'  palese e riconosciuto  il peso e l'efficacia della mobilitazione messa in atto dalla Rsu e dai lavoratori Eurallumina – si legge in una nota del sindacato- che hanno incassato  il sostegno di diversi enti e varie forza istituzionali, politiche e sindacali>. Una mobilitazione quella effettuata in questi mesi mirata alla risoluzione di una situazione di stallo che si era creata e che di fatto ha bloccato la procedura autorizzativa col rischio di interromperla definitivamente inficiando la lotta e i sacrifici messe in atto dai lavoratori Eurallumina in anni di vertenza. <Si riparte da dove il procedimento è  stato interrotto e l'obiettivo che è e rimane – continua  il comunicato- quello di arrivare alla conferenza che deciderà la fine delal vertenza entro e non oltre la data sopra indicata dall'Assessorato all'Ambiente. Per arrivare a tale obiettivo- conclude il comunicato  - la mobilitazione e le iniziative di sollecitazione proseguiranno nel modo e nella forma che lo stato della vertenza richiederà necessarie”. Dopo aver vinto una battaglia adesso Rsu e lavoratori Eurallumina puntanop a vincere la guerra dell'occupazione e del rilancio aziendale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna