NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
24
Fri, Nov
59 Nuovi articoli

Sant’Antioco. Officina e discariva abusive, una denuncia a piede libero

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

I carabinieri di Sant’Antioco, a conclusione delle indagini, hanno denunciato M.L. 35 anni, disoccupato, con precedenti di Polizia per attività di autoriparazione senza autorizzazioni, appropriazione indebita, realizzazione di discarica abusiva di rifiuti, combustione illecita di rifiuti e furto. Ieri mattina i militari dell'arma, coadiuvati da personale del Nucleo Operativo Ecologico di Cagliari, hanno effettuato un bliz in un capannone, di proprietà di terzi, dove l'uomo svolgeva l’attività di meccanico senza le abilitazioni previste, inoltre si era allacciato abusivamente alla rete elettrica pubblica per alimentare la strumentazione dell’officina. Nel corso del sopralluogo, all’interno dell'area, i militari hanno rinvenuto, una discarica di rifiuti urbani e speciali pericolosi, imballaggi di vario tipo, batterie esauste, parti meccaniche di carrozzerie, rifiuti edilizi, rifiuti da combustione illecita e residui di veicoli a motore, il telaio di un ciclomotore che dai primi accertamenti è risultato rubato al proprietario, vari veicoli in riparazione e fuori uso, per i quali sono in corso le verifiche per stabilirne la provenienza. Al termine della perquisizione l’area  è stata perquisita e tutto quanto rinvenuto è stato posto sotto sequestro.

 

Sant’Antiogu. Oficina e amuntonàrgiu de alliga abusivus. Denunciau su giòvunu.

Is Carabinieris de Sant’Antiogu, cun indàginis acabadas, ant denunciau M.L. de 35 annus de etadi, disocupau cun precedentis de Polizia po atividadis de oficinas senne autorizatzioni, apropriatzioni senne permissu, amuntonara manna de alliga senne sighiri sa lei, combustioni de alliga e furtu.
Is militaris de s’àrma cullegaus a su Nucleu Operativu Ecològicu de Casteddu ant fatu sa sorpresa(blitz) in su capannoni de propriedadi de àterus, aundi su giòvunu faiat s’atividadi de mecànicu senne abilitatzioni e in prus, si fiat allaciau a sa currenti elètrica pùblica po fai funtzionai s’istrumentatzioni.
Intro de sa percuisa, aintru de s’àrea, is militaris ant corbau unas cantas manna de alligas de perìculu cumenti baterias de màchinas e cosa abruxada chi non si pòdiri. Partis mecànicas, e meda àteru incora, prus su telàiu de una motu chi de primu cuntrollu est arresultada furada e veìculus chi is carabinieris ndi depint incora cuntrollai sa propriedadi.
A s’acabada de su cuntrollu, totu s’àrea est stètia secuestrada.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna