NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Wed, Feb
14 Nuovi articoli

Cronache provincia. Attività dei Carabinieri

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi

a Carbonia, a seguito di una segnalazione pervenuta alla locale centrale operativa dell’Arma, i carabinieri del Radiomobile della Compagnia cittadina sono intervenuti in Via Roma, a seguito di un sinistro stradale che ha coinvolto una 71enne pensionata del luogo. Mentre la donna attraversava la strada sulle strisce pedonali, è stata investita accidentalmente da un’auto Citroen condotta da un coetaneo, originario di Assemini, che non si era reso conto di quella presenza sulla carreggiata. L’uomo viaggiava in compagnia della madre 95enne. L’anziana è stata subito soccorsa dall’investitore. È emerso che la donna ha riportato soltanto lievi ferite, ma è stata comunque trasportata da personale 118 presso l’ospedale Sirai di Carbonia per i necessari accertamenti sanitari, non in pericolo di vita. I documenti di guida e quelli assicurativi del mezzo sono risultati essere regolari. I rilievi tecnici sul luogo del sinistro sono stati effettuati, per ogni possibile sviluppo legale, dai carabinieri intervenuti sul posto.

a Guspini, a conclusione di un’attività d’indagine scaturita a seguito di un sinistro stradale avvenuto il giorno precedente in quella Via Torino, i carabinieri della locale Stazione hanno proceduto a deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari un 60enne impiegato del luogo. A bordo del proprio veicolo l’uomo aveva investito un pedone identificato in una 45enne del luogo, la donna è stata trasportata da personale del 118 presso l’ospedale “Nostra Signora di Bonaria” di San Gavino Monreale per accertamenti e diagnosi sanitaria. Sul posto sono intervenuti per i rilievi di legge i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Villacidro coi colleghi della locale Stazione che, a conclusione degli accertamenti richiesti, hanno appurato il rifiuto opposto dall’uomo di sottoporsi all’esame etilometrico. Tale diniego equivale per legge ad ammissione di positività. La patente di guida gli è stata ritirata ed il mezzo è stato sottoposto a sequestro dal personale operante. Procura della Repubblica e Prefettura di Cagliari sono state informate per gli aspetti di rispettiva competenza. Ora l’uomo andrà incontro ad un processo per guida in stato di ebbrezza e lesioni personali.

a Guasila i carabinieri della locale Stazione sono intervenuti a seguito di una richiesta pervenuta al numero di pronto intervento 112 in via dei Mille, presso un’abitazione da tempo disabitata, di proprietà degli eredi di una donna del 1912 deceduta nel 1993, ove alcuni passanti avevano segnalato l’effrazione del cancello d’ingresso. Al controllo i militari operanti non hanno rintracciato nessuno all’interno dell’immobile ma, a seguito di un controllo più approfondito, hanno rinvenuto in uno dei bagni una busta in plastica contenente: • n. 1 pistola semiautomatica di fabbricazione non recente, senza marca, cal. 7.65, con matricola abrasa; • n. 1 scatola contenente n. 50 cartucce cal. 7.65, marca GFL; • n. 8 panetti di HASHISH contenuti in involucri in cellophane del peso complessivo di gr. 770. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro in attesa di deposito presso i competenti Uffici Giudiziari. Nel corso delle operazioni di sopralluogo non sono stati rinvenuti elementi o tracce utili all’identificazione dei responsabili. Saranno svolte indagini anche di carattere tecnico su quei reperti allo scopo di poterli attribuire alla responsabilità di chi li custodiva nel luogo del rinvenimento. La situazione è complessivamente molto strana

a Uta, al termine di un’attività d’indagine scaturita dalla denuncia/querela presentata da un 67enne pensionato del luogo, i carabinieri della locale stazione hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per truffa aggravata, un 51enne di Crotone, noto per precedenti analoghe vicende giudiziarie e un suo concittadino 36enne, fornito di analogo curriculum. I due complici, in concorso tra loro, mediante artifici e raggiri, nell'ambito di una compravendita di “pellet” con il denunciante, che si era avventurato nella ricerca di occasioni imperdibili sul web, si erano fatti accreditare la somma di 4.340,00 euro, inviati mediante bonifico bancario. Percepito il danaro i due sono spariti dal sito web e da tutti i radar, con somma delusione dell’improvvido ricercatore di splendidi affari, che evidentemente voleva assicurarsi caldi inverni per almeno i prossimi tre anni, o forse voleva anche rivendere una parte di quel combustibile. I carabinieri sono risaliti ai truffatori, analizzando le utenze telefoniche utilizzate ed i materiali percettori dell’invio di denaro. Il web è pieno di venditori di pellet ma è sempre bene fare molta attenzione.

a Cagliari, al termine degli accertamenti, i Carabinieri della Compagnia di Cagliari, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale un 20enne di Gonnosfanadiga, operaio il quale alle precedenti ore 01:50, aveva richiesto un intervento alla Centrale Operativa 112 e riferito di essere stato aggredito da un addetto alla sicurezza della discoteca "Soho" in questa via Newton. Giunti sul posto i militari apprezzavano che il predetto non presentasse lesioni apparenti, ma si trovasse in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta a verosimile abuso di bevande alcolica, motivo per cui gli era stato impedito l'accesso al citato locale dal personale di vigilanza. Il giovane veniva dunque invitato dai Carabinieri ad allontanarsi dal luogo e a sporgere eventuale querela. A quel punto il 20enne con uno scatto improvviso, si dirigeva nuovamente verso l'ingresso del locale e si scagliava contro un altro addetto alla sicurezza. Nell’occorso, il giovane opponeva resistenza ai Carabinieri che intervenivano e proferiva al loro indirizzo espressioni dal contenuto ingiurioso e minaccioso; in considerazione dello stato di agitazione psicofisica di questi, veniva trasportato da personale del 118 presso il policlinico di Monserrato ove, colto da improvviso stato di agitazione, rovinava a terra e si procurava "piccole ferite della mucosa labiale”. Il giovane, tratto in arresto, su disposizione dell’A.G., è stato tradotto presso il Tribunale, ove all’esito della direttissima, l’arresto è stato convalidato ed in accoglimento alla richiesta di patteggiamento, è stato condannato a mesi 3 di reclusione, con sospensione della pena.

a Cagliari, i Carabinieri della Stazione di Cagliari San Bartolomeo hanno arrestato in attuazione all'ordine di esecuzione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Cagliari, un 80enne del luogo che dovrà espiare una pena di anni 2, mesi 6 e giorni 6 di reclusione e pagare una multa pari ad € 14.000, perché condannato per retai in materia di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Al termine delle formalità, l’uomo è stato tradotto presso la propria abitazione, ove dovrà scontare la pena in regime di detenzione domiciliare.


Nota Stampa del COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI CAGLIARI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna