NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
24
Mon, Sep
39 Nuovi articoli

Sant'Antioco: Il ponte di accesso è sicuro ma ha bisogno di manutenzione. Sui social riemerge la paura dopo la tragedia di Genova

Politica Locale
Aspetto
Condividi

La tragedia per la caduta del ponte a Genova riaccende anche nel sulcis la paura sulla sicurezza dei viadotti sulle strade del territorio. In effetti i viadotti chiaccherati sono alcuni, ad Iglesias nel cavalcavia di Villamarina, Sulla 126 vicino a Bindua e a Buggerru dove nei giorni scorsi sul ponte di San Nicolò dove sono dovuti intervenire i vigili del fuoco pr metterlo in sicurezza. A Sant'Antioco la discussione verte sul ponte di accesso alla città. E' sicuro ma ha bisogno di manutenzione come dimostrano le recenti prove di carico cui è stato sottoposto. Che il ponte non sia in pericolo lo aveva spiegato anche l’Assessore all’Urbanistica del comune di Sant’Antioco Ingegner Francesco Garau a seguito del recente severo collaudo statico, dinamico dove era emersa la necessità di attuare la mai effettuata manutenzione programmata e gli interventi conservativi più idonei al fine di rimuovere la limitazione cautelativa di 40 tonnellate per senso di marcia e quindi garantirne la sicurezza per il futuro. Il consiglio comunale in seguito ha approvato una delibera in cui si chiede alla Regione Sarda la rimodulazione del Piano infrastrutturale per Sant’Antioco del Piano Sulcis che prevede un nuovo ponte ed una circonvallazione inserendo quale soluzione più adeguata al contesto paesaggistico, sociale ed economico la realizzazione di una circonvallazione leggera e alternativa, individuata in buona parte nella rete viaria già esistente quindi anche il ponte attuale e di avviare l'iter per la restituzione della titolarità del ponte all’ANAS. <In autunno verranno eseguite nuove prove di carico- spiega il sindaco Ignazio Locci- mentre stiamo lavorando su due fronti che prevedono l'ultimazione dell'iter di restituazione del ponte attuale all'Anas e- conclude Locci- di essere parte dirigente per la progettazione dei lavori di manutenzione che sono stati stimati in un milione e 300 mila euro>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna