NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Sun, May
56 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Il Muma Hostel si aggiudica il premio Ecolalabel 2020. La cerimonia seguita in diretta dal nostro giornale

Attualità Locale
Aspetto
Condividi


Una struttura che ha formulato una proposta di turismo che coniuga accoglienza, educazione, sostenibilità e valorizzazione del territorio, ed in cui gli ospiti vengono accolti in un museo e soggiornano in un Centro di Educazione Ambientale . E' il Museo del mare e dei maestri d’ascia sito sul lungomare di Sant'Antioco.11 24 MuMA Hostel web Con questa motivazione il MuMA Hostel di Sant’Antioco questa mattina ha ottenuto il premio Ecolabel 2020, l’ambito riconoscimento per la migliore interpretazione e applicazione dei principi ispiratori del marchio Ecolabel UE. La cerimonia di premiazione si è svolta questa mattina in streaming sulla piattaforma di Zoom, in ottemperanza alle normative anti Covid-19 alla presenza del direttore generale Ispra Alessandro Bratti, del ministro dell’Ambiente, del Territorio e del Mare Sergio Costa, e di oltre 120 fra istituzioni, enti e aziende pubbliche e private. A rappresentare il MuMA, la direttrice dell’ecostello Alessandra Tore. La cerimonia in diretta è stata seguita anche dal nostro giornale nell'apposito spazio Tv Web. «La certificazione Ecolabel rappresenta perfettamente quella che è la filosofia della nostra piccola cooperativa nel sud della Sardegna – ha commentato Tore - che coniuga elementi legati alla vocazione turistica del territorio alla valorizzazione ambientale, attraverso un processo che è legato soprattutto all’istituzione dei CEAS, Centri di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità».
MUMA HOSTEL
11 24 MuMA reception webIl MuMA nasce dalla riconversione di un edificio adibito prima a mattatoio (prima metà del ‘900), poi a magazzino comunale e infine, per 18 anni, abbandonato all’incuria. Fino al 2015, con l’intuizione della cooperativa GEA Ambiente e Turismo di trasformare quel luogo fatiscente in una vera e propria icona della resilienza: nel 2016 nasce così una struttura ricettiva con un grande valore culturale e ambientale, un museo sul mare e sui mestieri ad esso legati, un CEAS (Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità), una caffetteria aperta a tutti e un corner shop con numerose espressioni dell’artigianato artistico sardo. Nel 2018 ottiene la certificazione di eccellenza ambientale Ecolabel UE per la particolare attenzione rivolta al risparmio idrico, alla corretta gestione dei rifiuti, alla comunicazione e all’educazione ambientale. Nel 2020, oggi, il riconoscimento da parte delle massime istituzioni nazionali.
11 25 immagine targa muma web«Riteniamo questo premio particolarmente rilevante per il MuMA Hostel e per la nostra cooperativa, peraltro quasi tutta al femminile – osserva Ottavia Pietropoli, socia e consulente Ecolabel per le strutture ricettive – per almeno tre motivi: in primo luogo segna il raggiungimento di un importante traguardo nonché il riconoscimento di tutti gli sforzi fatti fin qui; in secondo luogo è l’inizio di un nuovo impegno; in terzo luogo si integra perfettamente in un territorio che ha espresso, attraverso la partecipazione attiva al Piano Strategico Turistico della destinazione Sant’Antioco, la volontà di essere un’isola autentica e sostenibile».

CERTIFICAZIONE ECOLABEL UE

MuMA MuseumEcolabel UE è il marchio di qualità ecologica dell’Unione Europea (Ecolabel UE), ovvero un'etichetta ecologica volontaria basata su un sistema di criteri selettivi, definiti su base scientifica, che tiene conto degli impatti ambientali dei prodotti o servizi lungo l'intero ciclo di vita ed è sottoposta a certificazione da parte di un ente indipendente (organismo competente). In Italia l'organismo competente è il Comitato per l'Ecolabel e per l'Ecoaudit. L'Ecolabel facilita i consumatori nel riconoscere i prodotti o servizi che hanno un minore impatto ambientale a parità di prestazioni e qualità rispetto agli altri. È stato istituito nel 1992 dal Regolamento n. 880/92 ed è oggi disciplinato dal Regolamento (CE) n. 66/2010 in vigore nei 28 Paesi dell’Unione Europea e nei Paesi appartenenti allo Spazio Economico Europeo – SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein). Si tratta di 67 criteri da rispettare, di cui 22 obbligatori e 45 facoltativi, e riguardano gli aspetti ambientali della struttura tra cui gli usi energetici, l'acqua, la gestione dei rifiuti, la comunicazione e la sensibilizzazione rivolta agli ospiti.
In Sardegna ad oggi sono 5 le licenze Ecolabel UE rilasciate alle strutture ricettive: oltre al MuMA Hostel, il Rio Molas a Muravera, il Cala Luna a Cala Gonone, il Domus de Janas a Bari Sardo e i Mistral 1 e 2 a Oristano. A livello nazionale le strutture ricettive con licenza Ecolabel sono 52.

LA COOPERATIVA

Ecoistituto Mediterraneo, marchio della cooperativa Gea Ambiente e Turismo, ha come fulcro e volano delle sue attività i CEAS, Centri di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità, intesi come luoghi di scambio con il territorio il cui scopo primario è quello di creare rapporti, relazioni tra le persone e per le persone e diffondere buone pratiche di sostenibilità.
Oltre al MuMA gestisce altri tre Centri di Educazione Ambientale riconosciuti nella Rete INFEAS della Regione Sardegna: il CEAS Capoterra Laguna di Santa Gilla e il CEAS di Belvì, entrambi accreditati fra i Centri di eccellenza nel sistema SIQUAS della Regione Autonoma della Sardegna, e il CEAS Funtana Raminosa di Gadoni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna