NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
17
Thu, Jun
54 Nuovi articoli

Cagliari. Operatività dei carabinieri comando provinciale del 17 maggio 021

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi

A San Sperate i Carabinieri della locale stazione hanno tratto in arresto in flagranza di reato un algerino 21enne, domiciliato presso il centro di accoglienza stranieri di Monastir, celibe disoccupato, sinora incensurato in Italia. Il giovane veniva sorpreso presso il centro commerciale Carrefour sito in quella strada statale 131 all'altezza del km 15 + 600, mentre era in possesso di oggetti rubati per un valore di circa €250, sottratti poco prima all'interno del centro commerciale, recuperati e restituiti ai gestori del punto vendita. L'uomo, una volta redatti i verbali relativi all'intervento dei carabinieri e a quanto constatato, è stato tradotto presso la camera di sicurezza della Compagnia di Iglesias in attesa dell'udienza per direttissima prevista per la mattinata del 17 maggio 2021 presso il tribunale di Cagliari.

Continua l'intensa attività dei Carabinieri di Villacidro, volta a venire a capo delle numerose truffe telematiche che vengono quasi quotidianamente compiute anche su quel territorio. In virtù di accurati accertamenti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per truffa aggravata un 24enne nativo di Castrovillari ed ivi residente, molto ben conosciuto dalle forze dell'ordine per analoghi precedenti episodi e una sua concittadina 21enne anche lei disoccupata ma con diverse precedenti denunce a carico. I due avevano pubblicato un annuncio di vendita sul noto sito di commercio online subito.it relativo a uno splendido cellulare di una nota marca, a loro dire molto poco usato, per la cifra assolutamente interessante di soli €130. Un 44enne villacidrese aveva abboccato all'esca tesa dai due truffatori pagando quanto pattuito, salvo poi ricevere un oggetto assolutamente difforme in peggio da quello che gli era stato promesso. Aveva ricevuto insomma un “trespolo” assolutamente inutilizzabile e, arrabbiatissimo, era corso alla Stazione Carabinieri per denunciare quanto accaduto. I militari hanno ricostruito pazientemente il tragitto del denaro e a chi fossero intestate le utenze telefoniche utilizzate per la contrattazione, pervenendo all'identificazione dei due soggetti che avranno ora un processo al palazzo di giustizia di Cagliari.

A Cagliari i carabinieri della Stazione di Pirri hanno deferito in stato di libertà per il reato di uso di atto falso un 50enne senegalese, residente a Cagliari in Via Andrea Dandolo, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. Questi, poco prima in Via Stamira, sottoposto a controllo da parte dei militari operanti mentre era alla guida della propria autovettura Ford "Focus", aveva esibito agli stessi una patente di guida del Senegal che presentava diverse anomalie e non risultava avere i requisiti per poter essere utilizzata in Italia, come riscontrato attraverso alcuni accertamenti immediatamente compiuti. Nel medesimo contesto, veniva elevata a suo carico una sanzione amministrativa per guida senza patente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna