NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Cagliari. La Sardegna sarà l'Isola del turismo sportivo. Progetto per i periodi di bassa stagione.

Uncategorised
Aspetto
Condividi

Nei prossimi tre anni l'isola, grazie alla Regione Autonoma della Sardegna, sarà il teatro di eventi sportivi internazionali che si sarebbero svolti in altre regioni d’Italia. Portare in Sardegna eventi sportivi internazionali che si sarebbero svolti in altre regioni se il Consiglio regionale lo scorso 15 luglio non avesse approvato la legge che finanzia “L’Isola del turismo sportivo”, progetto che intende favorire lo sviluppo delle presenze turistiche nei periodi di bassa stagione. Il connubio è semplice: mettere insieme il mondo dello sport, attraverso le federazioni sportive nazionali e internazionali, e gli organizzatori di eventi, per assicurare che le manifestazioni sportive che si svolgeranno in Sardegna nei prossimi tre anni possano avere un impatto turistico e commerciale sul territorio con importanti ricadute economiche e lavorative.
Se ne parlerà giovedì 30 luglio, alle ore 10.30, nel corso di una conferenza stampa che si terrà a Palazzo Doglio (sala Castello) di Cagliari. Parteciperanno Alessandro Nuccorini, Vice Presidente del Comitato Organizzatore Locale “TurSport Sardegna”, soggetto giuridico che nei mesi scorsi ha presentato il progetto alla Regione Autonoma della Sardegna (atto protocollato dall’Assessorato del Turismo), e Igor Lanzoni ideatore de L’Isola del Turismo Sportivo. Interverranno anche Antonio Pinna (Commissario Reggente del Coni Sardegna) e Gianni Chessa (Assessore del Turismo della Regione Sardegna). Nel corso della conferenza stampa sarà presentato anche il sito web del Comitato Organizzatore e verranno indicate le prime manifestazioni sportive che si svolgeranno prossimamente nell’isola.
Si tratta di eventi di grande portata capaci di portare in Sardegna atleti e turisti che altrimenti sarebbero andati altrove. Secondo gli ideatori del progetto saranno almeno 100.000 le presenze alberghiere annue che le manifestazioni organizzate da TurSport potranno generare nei vari territori dell'isola nel periodo compreso da settembre a maggio.
PERCHé UN COMITATO?
Il Comitato Organizzatore Locale è stato costituito lo scorso 1 novembre con un atto registrato all'Agenzia delle Entrate. Per la sua natura giuridica, il comitato è un soggetto aperto: le Federazioni e le Associazioni sportive utilizzeranno TurSport per promuovere in tutto il territorio le proprie discipline con l'obiettivo di far diventare la Sardegna una vera e propria Isola dello Sport. Saranno tre anni di “olimpiadi” diffuse per tutta la regione: verranno toccate non le città e i grandi centri urbani ma anche i piccoli centri e le località dell'interno dell'isola. “Perché la Sardegna – affermano i promotori - non è solo mare e non è solo estate. Valorizzare l’interno è uno degli obiettivi di questo progetto”.
LE FEDERAZIONI
Il progetto promosso dal COL TurSport Sardegna ha ricevuto le adesioni di numerose Federazioni Sportive, tra le quali: Federazione Ju Jitsu Italia, Federazione Italiana Sport Rotellistici, Federazione Sport Elettronici e urbani, Federazione Italiana Calcio Balilla, Federazione Pitch&Putt Italia, Federazione Internazionale Ju Jitsu e World Minigolf Sport Federation.

Pubbicità