NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Thu, Dec


“Tutto è connesso, tutto è collegato”. Non è casuale il titolo scelto dalla Federazione italiana settimanali cattolici (Fisc) per la XVIII assemblea nazionale elettiva (Roma, 24-26 novembre 2016). Il tema, tratto dall’Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco, sintetizza in maniera efficace lo scenario attuale in cui operano i mass media e rimanda alle origini della Federazione 

“Ho detto sì a Dio sentendomi chiamata dal Suo immenso Amore”. Sono state queste le parole pronunciate da suor Maria Chiara Sparapani subito dopo la solenne concelebrazione presieduta da mons. Giovanni Paolo Zedda, vescovo di Iglesias, e dal vescovo di Alghero mons. Mauro Morfino e alla quale erano presenti autorità religiose provenienti da tutta la Sardegna.

Una grande festa di sport ha unito la città di Iglesias ad Amatrice e alla altre cittadine colpite dal sisma dello scorso agosto. Sabato 12 novembre è stata una giornata dedicata al calcio e alla solidarietà, con tanti campioni che hanno fatto la storia del calcio in Sardegna, tutti riuniti al campo sportivo Monteponi, per giocare una partita i cui proventi saranno devoluti alla popolazione vittima del terremoto.

Una storia della Sardegna raccontata a tempo di musica, nella quale trovano spazio le scienze della terra e l’archeologia, con sullo sfondo i miti di Atlantide e delle civiltà perdute. Giovedì 17 novembre, il teatro Electra di Iglesias, gremito in ogni ordine di posti, ha ospitato questo e tanto altro, nello spettacolo “Sardegna, le radici della storia” 

Altri articoli...

Sulcis Iglesiente Oggi