NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
24
Sun, Sep
59 Nuovi articoli


"Stampare e stoccare qui le schede per il regolare svolgimento del referendum, con l'impegno a consegnarle a loro richiesta nei modi e nei tempi da convenirsi"


"Stampare e stoccare qui le schede per il regolare svolgimento del referendum, con l'impegno a consegnarle a loro richiesta nei modi e nei tempi da convenirsi". Arriva dalla Sardegna, una delle Regioni italiane con maggior radicamento di movimenti indipendentisti, l'offerta d'aiuto alla Generalitat de Catalunya. La proposta è del segretario nazionale del Partito sardo d'Azione, Christian Solinas, che ha invitato la Giunta regionale a venire incontro alla Generalitat mettendo in sicurezza le schede.
L'esponente sardista è stato anche promotore e primo firmatario dell'ordine del giorno di vicinanza al popolo catalano approvato dal Consiglio regionale. "Esprimo soddisfazione per il via libera unanime dell'Assemblea all'odg per manifestare solidarietà in questa drammatica congiuntura storica - commenta Solinas - riaffermando il diritto degli individui e dei popoli alla propria libertà ed autodeterminazione, e per garantire alla Catalogna il diritto ad esprimersi nel referendum per l'indipendenza".
Il governatore sardo Francesco Pigliaru ha già chiarito la sua posizione: "Quando la forza vince sul dialogo non è mai la strada giusta. Per questo - ha dichiarato - abbiamo espresso direttamente il nostro sostegno alla Generalitat e per questo la Sardegna è vicina al popolo catalano e alle sue istituzioni".
Venerdì 22 alle 17 si muove tutta la galassia indipendentista: il Comitadu sardu pro su Referendum da sa Capalunya ha promosso una manifestazione di sostegno con un sit-in in programma a Cagliari in piazza Garibaldi, nell'angolo di fronte al Consolato spagnolo.

fonte e foto Ansa

L’episodio legato al riscaldamento del Mediterraneo. Il biologo marino: «Mai visti così anti esemplari nelle nostre coste»Sguazzano beate fin dove i palazzi si specchiano sul mare. Basta fare un giro in gommone, oppure affacciarsi da una banchina, per scoprire che il golfo olbiese ha delle nuove inquiline

Altri articoli...