NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Cagliari. Gelate di primavera. (Locci fi) la Regione preveda un sostegno immediato ai viticoltori

Uncategorised
Aspetto
Condividi

Gelate di primavera: la Regione preveda un sostegno immediato per i viticoltori. E' quanto chiede il viocepresidente del Consiglio Regionale Ignazio Locci nell'affrontare il problema che si è verificato nelle prime ore di domenica 24 aprile quando i viticultori hanno dovuto fare i conti con un'improvvisa gelata che ha mandato in fumo il raccolto di Carignano 2017. " Subito aiuti concreti per i viticoltori del Sulcis che, nelle prime ore di domenica 24 aprile, hanno visto mesi di duro lavoro andare in fumo a causa di un’improvvisa gelata che ha ridotto in cenere il raccolto del 2017. Circa 35-40 ettari di vigneto sono stati interessati da un inaspettato fenomeno (sembrerebbe essersi trattato di correnti di aria gelida) e adesso a rischio ci sono le produzioni del pregiato Carignano, scrive Ignazio Locci, L’Assessore regionale all’Agricoltura Pierluigi Caria venga nel Sulcis a vedere con i propri occhi i danni causati dalla gelata e dichiari lo stato di calamità naturale, disponendo un sostegno immediato ai viticoltori. Di fronte a questi fenomeni l’uomo non può nulla, continia Locci, Ma la Regione ha il dovere di verificare la gravità della situazione e, nel caso, di prevedere un ristoro immediato per i viticoltori che dovranno rinunciare al proprio reddito. Non possiamo abbandonare gli agricoltori in questo momento di forte difficoltà. Per alcuni le produzioni di vino Carignano (una delle eccellenze del Sulcis) sono le uniche fonti di reddito, conclude il consigliere regionale azzurro, per questo è innanzitutto prioritario che l’Assessore Caria mostri vicinanza alle aziende colpite recandosi quanto prima nel Sulcis".