NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
62 Nuovi articoli

COMUNICATO STAMPA Del Presidente della IV Commissione On.le Antonio Solinas

Comunicati Stampa
Aspetto
Condividi

Non è con le petizioni on line che l’onorevole Ugo Cappellacci porterà un contributo concreto al dialogo tra Regione e Ryanair perché il vettore irlandese mantenga la Sardegna al centro delle sue rotte. Per di più, Cappellacci arriva fuori tempo massimo: la piattaforma da lui utilizzata per diffondere questa sua tesi furbetta e arruffona, è diventata negli anni casa di petizioni improbabili e risibili come “Vogliamo Morandi al posto di Banderas”, “Appaltiamo il Parlamento italiano a un governo straniero”, “Rendiamo reato gli spoiler sui telefim”.
Ma forse è davvero questa l’unica destinazione possibile per un’iniziativa in fin dei conti esilarante, proposta da colui che, quando è stato presidente della Regione, ha approvato una legge sulle low cost che di fatto ha posto le basi per la crisi attuale. La trattativa con Ryanair è molto più delicata e complessa di quanto Cappellacci faccia credere parlando di fantomatici e impossibili accordi da chiudere con la Regione. È coinvolto il governo nazionale, col quale è in corso un dialogo costante e serrato per giungere a una soluzione che salvaguardi le tratte aeree senza mettere la Sardegna nel mirino della Commissione europea, come invece successo ai tempi di Cappellacci. Se per l’opposizione l’azione politica passa solo per selfie e teatrini sui social network, le buone proposte per la Sardegna sono da ricercare nell’azione di governo di questa maggioranza.

Antonio Solinas