NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
19
Sat, Oct
31 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Il primo e due settembre Festa di Bonaria

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

La storia di fede e identità del rione Acai a Sant'Antioco, con la sua chiesa dedicata a Nostra Signora di Bonaria e la festa il cui giorno più importante si celebra il primo e due settembre, segna ancora in città un momento di fede e aggregazione. Anche quest'anno sarà una festa religiosa e civile ricca di appuntamenti che si svolgerà nella chiesa e attigua piazza Aldo Moro che sarà invasa insieme a via Nazionale da stand e "pararas" che offiranno prodotti etnici e spuntini sfiziosi. Dopo un triduo di preghiere la festa religiosa seguirà Il primo settembre con le processioni: prima alle 18 la processione a mare seguta da q1uella per le vie della citta con cavalieri e gruppi folk seguita dalla Messa concelebrata dal Vescovo di Iglesias. Gli eventi civili vedranno venerdì 30 una commedia in limba e sabato 31 agosto la gara di calcio: Una partita per roberto” e cabaret la sera con “Scrafingiu per tutti” di Alessandro Pili. Domenica primo settembre invece dopo, le processioni alle 22 uno spettacolo pirotecnico e alle 22,30 “I collage”in concerto. Si chiude il due settembre con la sagra del dolce e dell'uva, ballus fplk in pratza e intrattenimento musicale. La storia della festa della patrona di naviganti a Sant'Antioco nasce nel 1947 quando il parroco dell'unica chiesa cittadina e il suo giovane viceparroco cercarono nel rione Acai un locale da adibire a capella a servizio degli abitanti del rione composto da minatori e lavoratori della carbonifera. La direzione delle miniere venne loro incontro concedendo l'uso di un piccolo magazzino adibito a deposito attrezzi dove vi fu costruito un piccolo altare. Nasceva così la parrocchia che fu dedicata a nostra signora di Bonaria, patrona dei naviganti e ogni anno da oltre 70 anni viene celebrata la festa. In seguito con l'aumento della popolazione e le trasformazioni del rione si continuò a celebrare le funzioni sacre messe uno stanzone di uno stabile sino agli anni 80- 90 quando nel rione fu realizzato l'attuale tempio ricco di una grande vetrata artistica, statue e quadri d'autore.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna