NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
14
Thu, Nov
31 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Stadio inagibile: i disagi delle squadre di calcio. Per protesta l'antiochense fa allenare le squadre giovanili al lungomare

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

"I ragazzi del settore giovanile dell'”Antiochense” stanno svolgendo per protesta gli allenamenti nel parco del Lungomare e nel vechio campetto in disuso nei pressi dello stadio dove hanno sistemato due pietre per indicare la porta. La società inoltre, delusa per gli impegni non mantenuti e senza certezza sulla disponibilità dello stadio per tutto l'anno, sta pensando seriamente di ritirarsi dai campionati”. E' lo stringato comunicato emesso dalla società Antiochese, la squadra di calcio di Sant'Antioco, neo promossa in prima categoria, a seguito della situazione dello stadio comunale chiuso a tutte le attività sportive agonistiche e allenamenti per lavori di ristrutturazione. Così per le due squadre di calcio cittadine l'”Antiochense” e “Isola Sant'Antioco” che non possono accedervi e devono giocare le gare di campionato ed allenarsi nello stadio Calasetta, affiorano i primi problemi. Le due società inoltre lamentano la poca sicurezza del campetto di Via Trilussa. <È una situazione logistica insostenibile, sempre in trasferta, allenamenti e partite, costi esorbitanti che l'amministrazione aveva dichiarato di sostenere a proprio carico, mentre a sorpresa ci chiede il conto la società di gestione dello stadio di Calasetta -lamenta Mariano Gala presidente dimissionario dell'antiochense- Intanto il campo di Via Trilussa, in realtà è ancora oggi impraticabile per via del fondo campo, in particolare per gli adulti. Il direttivo ha respinto le mie dimissioni- conclude Gala- Certo non mi piace lasciare un lavoro a metà, ma la delusione e la voglia di mollare sono veramente forti>. 

Non meno critico L'allenatore Pietro Garau. <L'Antiochense partecipa oltre al campionato dilettanti di prima categoria, ai campionati giovanili: allievi regionali élite, giovanissimi, esordienti, primi calci, pulcini,giovani amici- commenta- Un movimento che coinvolge oltre cento ragazzi e altrettante famiglie. Sono fortemente deluso. Dispiace dirlo, ma troppe promesse sono state disattese dall'amministrazione, intanto abbiamo respinto le dimissioni del ds Mariano Gala, sperando le accolga. Un vero peccato – conclude- mettere a repentaglio il lavoro e i sacrifici di diversi anni, che hanno riportato il calcio che mancava a Sant'Antioco, oltre che a livello dilettantistico di prima categoria,quello giovanile allievi regionali élite.
Stessa situazione di disagio per la società “Isola Sant'Antioco”. <Al momento stiamo usando il campetto di via Trilussa per gli allenamenti delle squadre giovanili, dice il presidente Pietro Pau- speriamo che la situazione possa finire al piu presto>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna