NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Cortoghiana. Affollata Assemblea per dire No alla chiusura dell’Ufficio postale

Attualità Locale
Aspetto
Condividi


Si è svolta ieri mattina a Cortoghiana un’affollata Assemblea, promossa dall’Amministrazione di Carbonia, per esprimere il totale dissenso dei cittadini e del Comune contro la decisione di Posteitaliane, che ha disposto la chiusura dell’Ufficio postale di Cortoghiana, a partire dal prossimo 7 settembre.

Non casualmente l’Assemblea si è svolta proprio davanti all’ingresso dell’Ufficio postale, dove i cittadini hanno esposto uno striscione con scritto “La Posta non si tocca”.

All’Assemblea, insieme a centinaia di cittadini, hanno partecipato il Sindaco Giuseppe Casti, i Consiglieri comunali di Carbonia, in prima fila quelli provenienti da Cortoghiana, e diversi Assessori. Dopo l’intervento di alcuni Consiglieri comunali, il Sindaco ha descritto i vari aspetti della vertenza e le prossime azioni da intraprendere, ringraziando le tantissime persone che hanno aderito all’Assemblea e i tanti commercianti che, in segno di protesta e adesione, hanno abbassato le serrande dei rispettivi negozi.
Da subito il Sindaco ha affermato che l’unico modo per vincere questa battaglia e impedire la chiusura dell’Ufficio postale, è rimanere uniti, Cittadini e Amministrazione, intraprendendo insieme tutte le prossime iniziative.

Il Sindaco Casti ha ricordato di aver già manifestato a Posteitaliane tutta la sua contrarietà alla chiusura con una lettera inviata alla Responsabile della filiale di Cagliari. Chiusura decisa in modo unilaterale da Posteitaliane benché, in precedenti occasioni, avesse assicurato la prosecuzione del dialogo per la ricerca di una soluzione positiva. La gravissima decisione priverebbe gli abitanti della Frazione di Cortoghiana (che conta un numero di residenti molto più alto di tanti Comuni della Sardegna) di un servizio importante e insostituibile.

Il Sindaco ha poi proseguito il suo intervento assicurando che, se Posteitaliane non cambierà il suo inconcepibile atteggiamento, anche il Comune si vedrà costretto a fare altrettanto.
Il Sindaco Casti ha assicurato tutto il suo impegno, compreso il coinvolgimento di Consiglieri Regionali e Parlamentari del territorio, al fine di ottenere l’unico risultato accettabile: il mantenimento dell’attuale servizio svolto dall’Ufficio postale di Cortoghiana.

Dopo alcuni interventi dei cittadini, dei rappresentanti sindacali e di alcuni Consiglieri comunali, il Sindaco, ribadendo la profonda gratitudine nei confronti dei presenti, che ha invitato a partecipare numerosi anche alle eventuali nuove forme di protesta, ha dato appuntamento per lunedì 27 luglio alle 9.30, sempre davanti alle Poste di Cortoghiana, per un nuovo incontro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità