NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Thu, Aug
22 Nuovi articoli

Iglesias. “Porto Flavia by Bus”. Ogni mercoledì dal Muma Hostel a Porto Flavia per una giornata turisticamente diversa

Attualità Locale
Aspetto
Condividi


Un nuovo progetto realizzato in collaborazione tra il Comune di Iglesias, il Consorzio Turistico per l’Iglesiente e il MuMa Hostel di Sant’Antioco unirà per un giorno le due località turistiche dell sulcis Iglesiante. muma hostel foto piccolaL'importante opportunità sarà possibile dal collegamento con un servizio navetta tra le strutture ricettive di Sant’Antioco, il sito di Porto Flavia e le spiagge del litorale di Masua. 08 06 porto flavia piccolaPer tutta l’estate, ogni mercoledì, con partenza da Sant’Antioco alle ore 9.30 e ritorno alle 17.30, i partecipanti potranno usufruire di un servizio di bus andata e ritorno, di un ingresso riservato con una guida alla galleria di Porto Flavia, e del trasporto verso le spiagge, dove sarà possibile prenotare un posto negli stabilimenti del litorale con ombrellone e lettino, e consumare i pasti (servizi non inclusi).
“Una maniera per ampliare l’offerta turistica e fare rete con altre realtà del territorio”, spiega il Sindaco Mauro Usai. “Grazie a questo servizio sarà possibile mettere in collegamento diretto le strutture ricettive di Sant’Antioco con Porto Flavia ed il litorale di Masua, nell’ottica di un turismo di esperienza che metta al centro dell’offerta la cultura e la sostenibilità”. “Il progetto - prosegue la Dott.ssa Alessandra Tore, Direttrice del MuMa Hostel – ha l’obiettivo di mettere a
sistema due realtà culturali importantissime per i visitatori, da una parte la tradizione marinara di Sant’Antioco e dall’altra la storia mineraria dell’Iglesiente, in un quadro di sostenibilità ambientale, semplificazione degli spostamenti ed ottimizzazione delle risorse”. Per Attilio Casti, Presidente del Consorzio Turistico per l’Iglesiente il progetto “ consentirà una nuova esperienza per tutti i visitatori, per rendere ancora più fruibili Porto Flavia ed il suo litorale, sia per chi cerca un approfondimento culturale che per chi ama vivere il mare”. Il progetto segna un confine importante tra un vecchio modo di fare turismo e un proiettarsi verso nuove e opportunità turistiche nel territorio che segnando il superamento di egoismi territoriali possano aprire veramente il Sulcis verso vere e nuove opportunità per il rinìlancio turistico dekl territorio. (Red)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna