NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
61 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Infrastrutture idriche e fognarie per Piana di Canai, Calasapone e Mercury.

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

I tempi sono più che maturi affinché i territori rurali ed extra urbani dell’isola di Sant’Antioco dispongano di fogne e acqua. È impensabile che nel 2016 la Piana di Canai e le zone di Calasapone e Mercury non possano beneficiare di questi elementari servizi. Egas (Ente di Governo dell'Ambito della Sardegna) e Abbanoa inseriscano nelle rispettive programmazioni l’infrastrutturazione idrica per la Piana di Canai e il relativo collegamento con le aree turistiche di Calasapone e Mercury, poco distanti. Era il lontano 1996 quando l’ATO, oggi Egas, inseriva nelle proprie opere da realizzare anche l’acquedotto per la Piana di Canai e i connessi collegamenti con le succitate zone. Ma inutile sottolineare che il progetto non venne mai portato avanti, sebbene già all’epoca se ne avvertisse il bisogno. I due servizi erano indispensabili venti anni fa, figuriamoci oggi che le aree in questione hanno assistito alla nascita di nuove aziende agricole e alla riqualificazione di strutture ricettive che necessitano urgentemente dei servizi primari. Quella parte di costa e campagne oltre a una vocazione agricolo-produttiva, ha un’indubbia propensione turistica ed è dovere della politica creare le condizioni necessarie affinché si possa garantirne la fruizione. "Non si possono condannare le strutture turistiche a fare affidamento su serbatoi idrici e fosse settiche- afferma Ignazio Locci
Consigliere regionale Forza Italia Sardegna- Occorre adoperarsi al più presto con lo scopo di colmare questa grossa lacuna che non solo darebbe una mano alle imprese già esistenti, sia agricole che ricettive, ma offrirebbe una garanzia a quanti desiderino mettere a frutto i terreni agricoli (numerosi e poco sfruttati specie nella zona di Canai). Si tratterebbe peraltro- conclude Locci-  di un investimento non esorbitante, assolutamente fattibile, in quanto la linea idrica e fognaria esistente arriva fino all’incrocio di Canai-Coequaddus. Manca soltanto la volontà politica, che mi auguro si manifesti quanto prima".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità