NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Carbonia. Con Radio Carbonia International nasce la web-radio che tesse il filo fra passato, presente e futuro.

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Nel progetto di Radio Carbonia International, nuova emittente web-radio che alle ore 11 del 2 luglio comincia le trasmissioni dallo studio allestito nella Grande Miniera di Serbariu, c’è un filo che lega il passato, il presente e il futuro della città e del suo territorio. C’è la “location” di uno dei massimi siti di archeologia industriale a livello nazionale, simbolo storico e sentimentale, con le sue brune torri ferree e il museo denso di memoria viva, della città del carbone; ma il legame con il tempi che furono è pure nel nome, che ricalca una delle prime “radio libere” della Carbonia degli anni ’70, Radio Carbonia per l’appunto, che trasmetteva da un vecchio albergo operaio dismesso di via Mazzini per volontà di alcuni baldi giovanotti e fu la prima, nella sua breve vita, a trasmettere un notiziario. C’è il presente di una comunità cittadina e sulcitana che si è spopolata delle sue energie più giovani: per tenere la connessione – in tutti i sensi – con questi emigrati più per forza che per amore, la radio lancia le sue sinapsi in giro per l’Italia e per il mondo. Per raccontare la vita lontana dalla propria città di chi è andato via e per raccontare la vita della città a chi è lontano. Raccontarla con lo strumento che nel futuro sarà non già il principale ma l’unico: il “web”, la rete, insuperabile e indispensabile medium della comunicazione.
Visti da vicino, i “filatori” di questa “matassa” di tali e tanti contenuti hanno il volto della città che tutti vorremmo: giovane, entusiasta, proiettata in avanti ma legata al contesto e senza complessi di inferiorità. L’idea è di Emanuele Ledda, 29 anni, “master of dance” e titolare di una scuola di ballo bene avviata: «La radio, assieme alla danza, è una delle mie passioni: ho contribuito a fondare Radio Danza, la prima e finora unica web-radio nazionale che si occupa esclusivamente di ballo e danza». Un pianeta che va forte in Italia, eracconta Emanuele – mentre su Facebook ci si raccontava con tanti amici residenti lontano da Carbonia i vari modi di trascorrere la Festa dei Lavoratori. Ecco, non so perché, ma in quel momento mi sono detto: qui ci vuole una radio». L’etere è proibitivo, almeno per il momento: «Più che altro – prosegue – è saturo: ma niente si può escludere. Se si presentasse un’occasione, sapremo valutarla». L’idea ha contagiato immediatamente Gemma Rumore, trentasettenne docente di Scienze Umane e Filosofia di una università privata, anche lei con un bagaglio di esperienze radiofoniche alle spalle nelle emittenti locali e una grande passione per la radio: «Non potevo dire di no – spiega – alla proposta di Emanuele, soprattutto perché si trattava di un’idea innovativa». Effettivamente il progetto guarda soprattutto al mondo del “mobile”: «Abbiamo il sito – precisa Emanuele – ma puntiamo decisamente sull’ambito degli smartphone, attraverso una applicazione che connette alla radio. Non si tratta solo di un discorso economico, visto che una “app” non ha costi: nel prossimo futuro la web-radio potrà essere ascoltata anche nelle automobili e noi, in quel futuro vogliamo esserci e ci saremo».
Il palinsesto è un'altra delle facce innovative del “poliedro” di Radio Carbonia International: «Il programma principale – così lo descrive Gemma – ruoterà attorno a un ospite quotidiano, che sarà una persona cha ha lasciato Carbonia e il Sulcis: il confronto sarà incentrato sul racconto della sua esperienza e sulla nostra comunicazione sulla realtà quotidiana della città e del territorio. Sempre su questo ambito, proporremo “Carbonia nel mondo”, con l’illustrazione di alcune personalità cittadine che si sono affermate nella penisola o all’estero. L’informazione consisterà in una rassegna stampa mattutina», «Mentre lo sport – si inserisce Emanuele – sarà affrontato con l’intento di aprire alla conoscenza degli ascoltatori quegli atleti di sport minori ma solo per lo spazio che hanno nell’informazione: la città è ricca di storie che meritano di essere raccontate», «Sempre nel settore “news” – prosegue Gemma – avremo anche un programma di informazione “leggera” e “gossip” e, per finire, un rotocalco settimanale che terremo Emanuele ed io, per tirare le somme sui fatti degli ultimi sette giorni». Sorprende lo spazio per la cultura: «Abbiamo in scaletta un programma incentrato sulla archeologia, tematica importante per la nostra città e per la Sardegna – conclude Gemma – ma anche un’attenzione alle band e ai musicisti locali che si stanno affermando fuori dalle mura di Carbonia e del Sulcis. “Voce Libera” invece racconterà, tra le altre cose, il panorama librario». Il 2 luglio, come detto, si comincia: in programma una diretta dalle 11 alle 23, con tutti i conduttori a presentare i programmi. Il “filo” di Radio Carbonia International si intreccia alla grande rete del “worldwide web”.

Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità