NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
62 Nuovi articoli

Iglesias. Cisl: ALCOA il risultato dell'incontro al MISE.

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Fabio Enne, Segretario Generale UST CISL intevfiene cob un comunicato sulla vicenda Alcoa: “Da anni ripetiamo che il Governo nazionale avrebbe dovuto impedire ad Alcoa di scegliere l'acquirente della stessa azienda. Solo oggi registriamo un tentativo di autorevolezza da parte del Governo centrale, che chiede, sostanzialmente carta bianca e un periodo che va dai dodici ai diciotto mesi per cercare altre società interessante all'acquisto della fabbrica di alluminio. Se Alcoa accettasse questo accordo, entro e non oltre il 1 novembre, con il Governo centrale e nel caso in cui non si dovesse arrivare alla vendita e alla ripresa produttiva dello stabilimento, verrà esonerata da tutti gli oneri derivanti le bonifiche che invece, saranno a carico dello Stato”.

“Ricordiamo che a dicembre scade la mobiltà per la gran parte dei lavoratori, per i quali, l'unica opportunità sarà offerta dall'inserimento del Sulcis nella mappa delle aree di crisi, con modalità ancora poco chiare- Prosegue Enne- Se da un lato l'approvazione dello “stato di crisi complessa” da parte del Governo Renzi può essere un passo positivo, dall'altro, registriamo la totale mancanza di indirizzi per l'attuazione del progetto di recupero di un territorio devastato come quello del Sulcis. Questa proposta arriva con anni di ritardo, oggi come oggi, appare sempre più difficile il rilancio del settore industriale”.

Conclude Enne: “Vigiliamo e teniamo alta la guardia. Sollecitando, ancora una volta, autorevolezza ed efficacia del Governo Nazionale nei confronti di Alcoa, ricordando il forte ritardo accumulato anche a livello europeo in campo energetico e la totale assenza di rilancio produttivo ed economico del territorio”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità