NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
01
Mon, Jun
48 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Ordinanza Comune per decoro e pulizia nelle proprietà private

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Rischia una sanzione da 25 a 674 euro chi dovesse violare l'ordinanza del Comune di Sant'Antioco emessa con lo scopo di garantire maggiore decoro e pulizia nelle proprietà private. Ma soprattutto ridurre il più possibile il rischio incendi e il proliferare di ratti, blatte, zanzare, zecche e ogni altro insetto che, nei fabbricati abbandonati e nei terreni incolti, trovano il loro habitat ideale. Ecco, quindi, l’obbligo rivolto ai possessori a qualsiasi titolo di terreni affacciati sulle strade comunali di provvedere allo sfrondamento delle siepi, al diserbo delle aree incolte e a tagliare i rami delle piante sui propri fondi che si spingono oltre il confine stradale, che sono di impedimento alla visibilità dei segnali stradali e che interferiscono in qualsiasi modo con la corretta funzionalità delle vie. L'ordinaza inoltre chiede di assicurare la regolare manutenzione delle aree con taglio della vegetazione incolta e di realizzare, nei terreni confinanti con strade pubbliche, una fascia di almeno 3 metri ripulita del materiale secco di qualsiasi natura. L’ordinanza si rivolge anche a tutti i proprietari di fabbricati o terreni posti all’interno o in prossimità del perimetro urbano, nei nuclei abitati di Maladroxia, Is Loddus a Santa Caterina e vari insediamenti stagionali come Is Pruinis, Turri, Peonia Rosa, S’Acqua de Sa Canna, Cala Sapone e Mercuri. In queste località la fascia da realizzare nei terreni confinanti con strade pubbliche deve essere di 5 metri.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna