NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
16
Fri, Nov
27 Nuovi articoli

Carbonia. Paolo Rossi ritorna su Molière, appuntamento al Centrale il 1° dicembre

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Antipasto assai gustoso per la stagione teatrale firmata dal Cedac, che avrà inizio a gennaio, il 1° dicembre approda in città, tappa di una tournée in Sardegna, Paolo Rossi, per portare sulle tavole del Teatro Centrale il suo nuovo lavoro – il quarto della serie – incentrato sull’opera di Jean-Baptiste Poquelin, in arte Molière: “Questa sera si improvvisa Molière. I fuorilegge di Versailles, quarta stagione completa” il titolo del lavoro. Ancora una tappa dell’ ormai lungo percorso di Paolo Rossi attorno al “pianeta” Moliere.

«Lo spettacolo – spiegano gli organizzatori – prodotto dal Teatro Menotti, già dal titolo tra Pirandello e Lina Wertmuller, racconta la straordinaria visione teatrale di un autore attore sempre in bilico tra il dentro e il fuori scena, tra il personaggio, l’attore e la persona. Paolo Rossi, qui ancora assieme alla storica e straordinaria compagna di sempre Lucia Vasini, dirige una compagnia di attori e musicisti. Lo sfondo è ancora Versailles, le parole e gli intrecci “molierani” ancora si incrociano con le visioni del tempo presente, la storia è sempre la stessa, ovvero quella del conflitto tra il potere e i “fuorilegge”, tra il teatro e la vita».

«Lui – così ne parla invece il protagonista – aveva la fortuna di recitare a Versailles, ma solo lì, che significa che fra i suoi spettatori c’erano anche i bersagli della sua satira. Io cercavo un manifesto di lavoro e Molière me lo ha dato: mette in scena se stesso, il personaggio e la maschera. L’improvvisazione è una disciplina militare. Lui voleva fare l’attore drammatico e invece gli veniva meglio fare il comico, e con tutto il dovutissimo rispetto, l’associazione c’è».

Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna