NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
07
Wed, Dec
64 Nuovi articoli

Calasetta. Goliardata in spiaggia costa una denuncia a tre studenti universitari di Carbonia

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

“Fuori subito dall’acqua! C’è uno squalo!”. E’ l’allarme lanciato ieri pomeriggio nella spiaggia delle saline di Calasetta affollata da trecento quattrocento persone da tre giovani universitari di 21 anni di Carbonia che sono stati denunciati a piede libero, ognuno per la propria responsabilità, per usurpazione di funzioni pubbliche, procurato allarme, porto d’armi e possesso di  oggetti atti ad offendere. Intorno alle 16,30 un giovane in canottiera rossa con la scritta “Salvataggio”, armato di megafono, tesserino al collo che lasciava intendere di essere un militare della capitaneria di porto, ha iniziato a far suonare la sirena facendo uscire tutti quelli che si trovavano in acqua gridando che era stata segnalata la presenza di uno squalo nel tratto di mare antistante la spiaggia. In spiaggia e tra i bagnanti si sono così registrate scene di panico. Poi quando tutti tutti erano al sicuro, mentre uno dei tre giovani filmava la scena, un ragazzo è entrato in acqua brandendo una katana giapponese e come un antico guerriero  del sol levante ha iniziato a menare fendenti, gridando " Uccido io lo squalo". Si trattava però  di uno scherzo che è stato poco gradito da chi si è trovato coinvolto tanto che alcuni bagnanti, forse impauriti dalla scena, hanno chiamato la centrale operativa dei carabinieri che ha inviato in spiaggia la pattuglia della stazione. Giunti sul posto, dove nel frattempo lo show dei tre giovani era terminato, i carabinieri hanno fermato fermavano i tre ragazzi e dopo averli identificati li hanno condotti in caserma, dove, dopo una bella ramanzina venivano denunciati e rimandati a casa non prima di aver rimediato  una  denuncia sulle spalle. La canottiera utilizzata dal finto appartenente alla capitaneria ed aspirante cacciatore di squali, la memoria della videocamera con il filmato che non concorrerà a nessun festival di film dell'orrore non tanto meno sarà postato su faceebook come era l'intenzione dei tre e la spadona giapponese sono stati sottoposti a sequestro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità