NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
17
Sun, Oct
25 Nuovi articoli

Operatività stazioni CC di Sant'Antioco, Carbonia, Siliqua e Guspini del 25 settembre 20

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Operatività stazioni CC di Sant'Antioco, Carbonia, Siliqua e Guspini del 25 settembre 20

Ieri a Sant'Antioco i carabinieri della locale Stazione, al termine di una serie di accertamenti investigativi innescati dalla denuncia querela presentata da un 56enne del luogo, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per truffa aggravata un 67enne di Capoterra, operaio con precedenti denunce a carico. In sostanza questi, mediante una farsa inserzione pubblicitaria on-line relativa alla realizzazione e posa in opera in opera di infissi, aveva ricevuto quale acconto dal denunciante, un commerciante incensurato che si era fidato di lui, la somma in acconto di euro 2500 per la fornitura di alcune finestre per un importo totale preventivato di €5500. Di fatto tali infissi non sono mai stati forniti e dopo tanta insistenza e dichiarazioni dilatorie del venditore la vittima del raggiro, persa la speranza di poter addivenire ad una corretta conclusione del contratto, si è rivolto ai carabinieri

Ieri a Carbonia, al termine di alcuni accertamenti investigativi, i carabinieri dell’aliquota radiomobile della locale Compagnia hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari un 44enne del luogo, disoccupato, positivo in banca dati delle forze di polizia, indiziato del reato di evasione. In particolare, il medesimo, in atto sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso il proprio domicilio, così come disposto con un’ordinanza del Tribunale di Cagliari, durante un controllo avvenuto alle ore 19.20 di ieri, non è stato rintracciato all’interno della propria abitazione. Ha dunque abusato del beneficio concessogli di poter scontare la propria pena in abitazione piuttosto che in regime carcerario. Si attendono provvedimenti dell’autorità giudiziaria.

Ieri a Guspini i carabinieri della locale Stazione hanno proceduto in relazione a una denuncia-querela presentata in caserma da un infermiere 54enne del luogo. Questi aveva riferito che un 53enne, disoccupato, tossicodipendente di Villacidro, ben noto alle forze dell'ordine, dopo essersi presentato presso il SERD (Servizio per le Dipendenze) di Guspini al fine di ottenere una dose di metadone e, avendo ricevuto un diniego da parte del personale sanitario in quanto quell’ulteriore quantitativo di sostanza, sarebbe stato eccedente rispetto a quello che era stato programmato per lui, danneggiava con calci e pugni l'autovettura di proprietà del denunciante parcheggiata nelle adiacenze della citata struttura. L'uomo, indisciplinatamente in cura presso quella struttura sanitaria, sarà deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per danneggiamento e minaccia.

Ieri a Carbonia, al termine di una serie di accertamenti investigativi i carabinieri dell'aliquota radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di quella Compagnia hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per evasione dagli arresti domiciliari un 46enne, residente a Uta, domiciliato a Carbonia, disoccupato con precedenti denunce a carico. Questi, in atto sottoposto agli arresti domiciliari, durante un controllo avvenuto ieri sera attorno alle ore 22,20, non è stato reperito all'interno della propria abitazione. L'uomo è stato rintracciato solo alle successive ore 00,35 presso il proprio domicilio, in occasione di un ulteriore controllo. Tale libertà che si è concesso potrebbe presto condurlo in carcere.

Ieri a siliqua i Carabinieri della locale Stazione hanno segnalato all'Ufficio Territoriale del Governo di Cagliari un 46enne del luogo, barista incensurato, a seguito di perquisizione personale, questi veniva trovato in possesso di una dose da 0,4 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina del quale ha ammesso di fare uso punto. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, assunto in carico e verrà debitamente custodito in attesa delle analisi di laboratorio che verranno compiute dai RIS di Cagliari. È molto probabile che conseguano provvedimenti amministrativi in relazione alla patente dell'uomo


fonte: nota stampa comando provinciale CC del 26 settembre 2021

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna