NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
26
Sun, Jun
22 Nuovi articoli

Cronache del Sulcis dal primo al 3 febbraio

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

 

Calasetta, a conclusione di una serie di accertamenti investigativi e di una perquisizione, i carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per ricettazione, un 21enne del luogo, disoccupato con precedenti denunce a carico. Nel corso della mirata perquisizione domiciliare d’iniziativa, posta in essere all'interno di un casotto rurale di proprietà dell'uomo, sono stati rinvenuti un ciclomotore Piaggio modello “Si” azzurro e un motore fuoribordo marca Mercury di colore nero, modello Marine. Di tali materiali l'uomo non ha saputo giustificare la provenienza e i proprietari di quegli oggetti sono stati rintracciati tramite i numeri di omologazione e di telaio dei mezzi. Quanto rinvenuto è stato così restituito ai legittimi proprietari.

Masainas i carabinieri della Stazione di Tratalias sono intervenuti lungo la strada statale 195 all'altezza del bivio di località “Is Lais” dove una Opel Corsa di proprietà di un diciannovenne di Carbonia residente a Giba, disoccupato con precedenti denunce a carico, con a bordo il padre 51enne, era andata a collidere con il veicolo Fiat Panda di proprietà e condotta da una ottantenne pensionata di Sant'Anna Arresi. Nella circostanza i tre riportavano contusioni e lesioni importanti, in particolare l'anziana che è stata addirittura ricoverata presso il CTO di Iglesias. I documenti di guida e assicurativi di entrambi i mezzi sono risultati essere regolari. I mezzi sono stati subito rimossi dalla sede stradale. I rilievi tecnici sul manto stradale sono stati compiuti dai carabinieri intervenuti e il traffico è stato regolarizzato nel giro di meno di un'ora.

Carloforte, a conclusione di alcuni accertamenti investigativi e di un intervento su strada, i carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari per ricettazione, due ragazzi rispettivamente di 31 e 39 anni, entrambi di Carloforte, il primo con precedenti denunce a carico e il secondo incensurato. Entrambi sono stati fermati nel corso di un servizio perlustrativo in località “La Caletta”, nel parcheggio adiacente all'albergo Baia D'Argento. I carabinieri avevano notato un veicolo Fiat Panda allontanarsi repentinamente al loro arrivo. I due sono stati in breve raggiunti e sottoposti a controllo e, a seguito di perquisizione veicolare, è stata rinvenuta varia merce della quale gli occupanti del mezzo non sono stati in grado di motivare in qualche modo ragionevolmente la provenienza. Si trattava di cavetteria varia, di oggetti di arredo bagno e di due taniche di vernice. Materiale verosimilmente sottratto a un cantiere edile secondo l'interpretazione più verosimile e comunque i due denunciati non ne hanno potuto rappresentare un'altra. Anche il loro maldestro tentativo di fuga predispone negativamente nell' interpretazione complessiva del loro comportamento.

Santadi, i carabinieri della locale Stazione, unitamente a personale specializzato del Nucleo Ispettorato del Lavoro dei carabinieri di Cagliari, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per indebita percezione del reddito di cittadinanza in concorso, una 45enne casalinga del luogo ed il proprio compagno convivente di 50 anni. I due dal mese di aprile 2019 al mese di dicembre 2019 hanno percepito dall'ente previdenziale una somma superiore ai €31.000, avendo dichiarato lo stato di disoccupazione del loro nucleo familiare. I militari operanti invece hanno accertato che l'uomo nel periodo interessato aveva percepito un introito economico derivante da lavoro dipendente non dichiarato presso un'azienda agricola di Villaperuccio. Anche l'Istituto previdenziale è stato informato dell’anomala situazione.

Giba i carabinieri della locale Stazione hanno segnalato al competente Ufficio Territoriale di Governo della Prefettura di Cagliari per la violazione amministrativa prevista dall’art. 9 septies del decreto legge n.52/2021 un 49enne di Piscinas, incensurato, titolare di un noto esercizio pubblico del luogo. Nella circostanza il medesimo, a seguito di un controllo presso la citata attività commerciale, ad esplicita richiesta del personale operante, non ha potuto esibire la certificazione verde prevista dalla normativa vigente, violando le disposizioni afferenti alle misure urgenti per la prevenzione del contagio da Covid-19.

Si rammenta che tutti gli indagati sono da considerare innocenti sino alla pronuncia di una condanna passata in giudicato in attuazione del principio costituzionale della presunzione di non colpevolezza.
Nota Stampa comando provinciale CC del 04.02.2022

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna