NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
01
Sat, Oct
19 Nuovi articoli

Carloforte. Vele stracciate e motore fuori uso. Soccorse otto persone dalla Guardia Costiera

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

La guardia costiera di Carloforte è intervenuta alcune sere fa nel Canale di S. Pietro per una operazione di salvataggio in mare. “Una barca a vela con difficoltà di manovra, alla deriva, in vicinanza di scogli, nei pressi del tratto di mare antistante la località Porto Sciusciau del Comune di Sant’Antioco”: questa la chiamata della stazione di ascolto radio-costiera “Cagliari Radio” pervenuta alla sala operativa della Guardia Costiera di Carloforte nel tardo pomeriggio della giornata di ieri, alle ore 18.30 circa.
Gli otto occupanti (di origine francese) della barca a vela di circa 12 metri, hanno lanciato sul canale V.H.F. 16 la richiesta di soccorso a seguito di un’avaria al motore e dopo essersi visti privati delle vele, stracciatesi, presumibilmente, a causa delle forti raffiche di vento insistenti in zona.
Al fine di acquisire più specifiche informazioni per indirizzare al meglio le attività di ricerca e soccorso e, soprattutto, conoscere lo stato di salute degli occupanti la barca - per eventuali richieste di intervento da parte del 118 -, il personale in servizio presso la sala operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Carloforte ha proceduto, senza ritardo, a contattare il conduttore dell’unità da diporto in difficoltà.
Accertate le buone condizioni degli otto diportisti e dopo aver individuato la posizione della barca a vela, veniva inviata in zona a motovedetta di “ricerca e soccorso” CP869, in uso a Circomare Carloforte.
Raggiunta l’area di intervento, la motovedetta della Guardia Costiera ha avviato le operazioni di assistenza all’unità da diporto, protrattesi sin dopo al tramonto, procedendo, successivamente, a scortarla in sicurezza presso il porto di Carloforte per le verifiche e gli accertamenti di rito inerenti all’evento occorso.
Ancora una volta, una situazione di pericolo, fortunatamente sventata e presumibilmente generata dalla non approfondita conoscenza della tratta di navigazione e da una mancata preventiva informazione da parte del conduttore dell’unità sulle vigenti ordinanze e divieti locali.
Si ricorda che, prima di intraprendere qualsiasi tipo di navigazione in mare, è necessario consultare i bollettini meteo della zona di interesse e le eventuali ordinanze locali e che, sul tutto il territorio nazionale, è attivo il numero per le emergenze in mare “1530”, oppure è possibile consultare il sito istituzionale della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it dal quale è reperire i numeri telefonici dei singoli i Comandi territoriali del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna