NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
26
Sun, May
4 Nuovi articoli

Carbonia. Forestali sequestrano un canile abusivo, rifugio per cani e gatti. Strutture realizzate in assenza di permesso di costruire ed autorizzazione paesaggistica.

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Nello scorso mese di marzo, il Nucleo Investigativo dell'Ispettorato del Corpo forestale di Iglesias ha eseguito dei controlli in materia edilizia/paesaggistica individuando in agro di Carbonia un rifugio per cani e gatti le cui strutture risultavano realizzate in assenza di permesso di costruire ed autorizzazione paesaggistica.
L'intera area (3.000 m2 circa), gravata da vincolo paesaggistico perché ricadente nella fascia di protezione di 150 m dalle sponde del Rio San Milano, è stata sottoposta a sequestro penale preventivo con Provvedimento motivato dall'Autorità Giudiziaria, a seguito degli evidenti riscontri probatori rilevati in sede di accertamento.
La misura cautelare ha riguardato complessivamente una ventina di piccoli fabbricati, suddivisi tra capanni prefabbricati adibiti ad alloggio per cani/gatti e deposito/magazzino e due case mobili, delle quali una con destinazione d'uso residenziale e l'altra adibita ad ambulatorio/zona quarantena.
Ovviamente tutti gli animali ospitati provvisoriamente nel rifugio continueranno ad essere accuditi dagli stessi volontari che se ne occupavano in precedenza. In tal senso sono stati intrapresi opportuni contatti con il Servizio Veterinario della ASL Sulcis – Carbonia.
A carico dei proprietari del terreno sono state contestate violazioni alla normativa in materia edilizia (DPR n. 380/2001 – art. 44) e paesaggistica (D. Lgs. n. 42/2004 – art. 181) con obbligo, in caso di condanna, della rimessione in pristino dello stato dei luoghi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna