NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Guardia costiera sequestra 30 chili di pesce privo di tracciabilità

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Guardia costiera in azione per il contrasto della pesca abusiva delle specie ittiche più pregiate, della loro commercializzazione e per il controllo della tracciabilità della filiera ittica. La mattina del 24 novembre scorso sul Lungomare di Sant’Antioco gli uomini della Guardia Costiera hanno sequestrato circa 30 chili di pesce che veniva venduto da due venditori ambulanti risultati abusivi in assenza di tracciabilità, e comminato le sanzioni amministrative come previsto dalla ferrea normativa di comunitaria.
Tale attività di controllo della filiera ittica, inserita tra i compiti d’istituto del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guarda Costiera,si legge in una nota, ha la finalità di verificare l’identità dei prodotti ittici lungo i diversi passaggi della catena alimentare fino alla vendita al dettaglio.
Inoltre la tracciabilità anche se, di per se, non garantisce la sicurezza degli alimenti, rappresenta però un ottimo strumento di gestione dei rischi utilizzato al fine di contenere i problemi di sicurezza alimentare.
A seguito degli accertamenti finalizzati a confermare la commestibilità del pescato effettuati dal personale sanitario dell'area veterinaria dell’azienda Usl di Carbonia, i pesci sono risulati buoni e con caartteristiche di freschezz, Così la guradia costiera ha devoluto in beneficienza il prodotto al Movimento Volontari “Divina Misericordia” di Carbonia.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità