NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Carbonia. Maxi sequestro di droga. Arrestata barista con un chilo di eroina

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Domenica sera i Carabinieri  del nucleo investigativo della compagnia si Carbonia, Coadiuvati dai militari della stazione di Tratalias, hanno  arrestato in flagranza del reato di traffico di sostanze stupefacenti Michela Congiu Muscinu, 39 anni di Capoterra nubile, barista. La donna è stata fermata alla stazione ferroviaria di Cagliari-Elmas qualche ora dopo che era rientrata da un viaggio effettuato a Barcellona in Spagna. Condotta presso gli uffici di Carbonia, sottoposta a perquisizione personale,  la donna è stata  trovata in possesso di un chilo  di  eroina, suddivisa in 4 involucri termosaldati da 250 grammi ciascuno e nascosti all’interno della fodera di un porta tablet preparato e ricucito artigianalmente. Un'indagine  che è partita casualmente nei giorni scorsi grazie all'acume investigativo di un carabiniere che, anche lui in viaggio verso Barcellona, ha notato la donna imbarcarsi nello stesso volo. A Colpire l'attenzione del carabiniere è stato l'atteggiamento della donna che aveva un comportamento molto anomalo. Era spaesata e non sembrava proprio una turista in viaggio di piacere, era da sola e  non dava l'impressione di essere in  viaggio di piacere. Infatti nella sala d'attesa, prima dell'imbarco, cercava di fare amicizia con alcune persone che stavano partendo, dimostrando proprio di essere spaesata. Così, visto tale comportamento, il carabiniere ha avvisato il comando i cui colleghi  hanno  prima identificato la ragazza e nei giorni successivi hanno controllato le liste di imbarco per i voli Girona – Cagliari. Appena avuta la conferma che la donna stava per rientrare è stato predisposto un servizio fuori dall'aeroporto.  Come la giovane è uscita dallo scalo aereo è stata pedinata e, visto che non c'era nessuno a prenderla, è stata fermata.  Condotta Carbonia, i militari si sono subito accorti che il porta tablet pesava troppo e dopo un rapido controllo è stato rinvenuto lo stupefacente che è stato sottoposto a sequestro. L’autorità giudiziaria ha disposto il trasferimento presso la casa Circondariale a disposizione del magistrato.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità