NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Iglesias. Sabato manifestazione del "comitato per la salute". Aderisce anche la Cisl

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Il "comitato per la salute" di Iglesias ha organizzato una manifestazione che si svolgerà ad iglesias  Sabato 28 maggio. Gli organizzatori hanno spiegato in un comunicato le motivazioni e gli obbiettivi della  manifestazione che inizierà con un concentramento alle  9.00 di fronte alla Chiesa del Cuore Immacolato, e poi continuerà con un corteo che raggiungerà l’Ospedale CTO. "Manifesteremo per salvare il diritto alla cura dei cittadini dell’iglesiente e del sulcis. Manifestiamo affinché Il CTO di Iglesias diventi un ospedale di primo livello. Manifestiamo per salvaguardare il diritto della salute garantito dall’art. 32 della Costituzione. Assistiamo ad un progressivo smantellamento della qualità dei servizi sanitari di tutto il sulcis iglesiente. La drammatica conseguenza è con evidenza la mancanza di garanzia dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza). Per comprendere quanto accade è sufficiente rammentare le emozioni e la passione dei professionisti (medici, infermieri, operatori e impiegati) arrabbiati e sempre più determinati nel voler denunciare nelle pubbliche manifestazioni il disagio quotidiano e la pericolosa deriva verso la quale si sta indirizzando il sistema a causa della riorganizzazione voluta dal Commissario. E’ sufficiente ragionare sui ritardi delle risposte alla domanda di salute dei cittadini-utenti. Ad Oggi per la specialistica ambulatoriale i tempi medi di attesa si sono drammaticamente dilatati: per una visita endocrinologica all’ospedale Sirai ci vogliono 126 giorni, mentre ad Iglesias 247 su uno standard di 30 giorni. Per una visita cardiologica presso l’Ospedale Sirai i tempi di attesa medi sono di 292 giorni su uno standard di 30 giorni. Senza dimenticare l’impossibilità di effettuare la mammografia presso il presidio CTO di Iglesias, la mancanza di personale e la condizione disastrosa dei due Presidi superstiti (CTO e Sirai).

Ad aderire alla manifestazione anche la CISL Sulcis Iglesiente. “Parteciperemo attivamente alla manifestazione in programma sabato mattina. Non possiamo che unirci al Comitato organizzatore e aderire alla marcia prevista per il 28 maggio- afferma Fabio Enne, Segretario Generale UST CISL-  lo smantellamento della sanità Iglesiente è solo il primo passo verso l’inefficienza totale dei servizi sanitari dell’intero territorio. Il CTO deve essere classificato ospedale di primo livello, aperto 7 giorni su 7, h 24”. 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità