NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
05
Mon, Dec
56 Nuovi articoli

Sant'Anna Arresi. Migranti in arrivo, un bollettino in continuo aggiornamento

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

E' in continuo aggiornamento il bollettino arrivo di extracomunitari nelle coste del Sulcis. A Sant’Anna arresi in località “Porto Pino”, su segnalazione di un cittadino al 112, i carabinieri di Tratalias e Nuxis, coadiuvati anche da militari delle stazioni di Giba, Calasetta, Teulada e da una pattuglia del commissariato di Carbonia, hanno rintracciato 11 extracomunitari di nazionalità algerina, tutti maschi e in buone condizioni di salute, che sono sbarcati nella località turistica, presumibilmente da un natante che non è stato rinvenuto. Successivamente poco dopo le 8 sempre nei pressi di Portopino i carabinieri della stazione di Narcao hanno rintracciato altri 4 migranti, anch’essi di probabile nazionalità algerina, in buone condizioni di salute. Alle 9 poi a Teulada in località “le dune”, su segnalazione di privato cittadino che ha assistito personalmente allo sbarco, i militari della locale stazione congiuntamente alla polizia di stato hanno rintracciato ulteriori 14 cittadini exrtracomunitari. Anche loro hanno dichiarato essere di nazionalità algerina, tutti di sesso maschile e in buone condizioni di salute, sbarcati da un natante di circa sei metri con motore fuoribordo suzuky da 40 cavalli che hanno abbandonato in spiaggia. Intorno a mezzogiorno, su richiesta della compagnia di Carbonia veniva richiesto l'intervento di un velivolo per monitorare la costa interessata agli sbarchi e i luoghi di rintraccio dei migranti. Il velivolo a 109 Nexus cc 46 dell’Xi/mo dell'elinucleo di Cagliari-Elmas ha sorvolato la zona costiera alla ricerca interessata agli sbarchi alla ricerca dei natanti utilizzati. Il controllo aereo ha adto esitom positivo con l'individuazione di 4 natanti, di varia lunghezza, abbandonati nelle spiagge tra Capo Sperone di Sant’antioco e Cala Arrespiglia di Teulada. I barchini sono stati segnalati alle autorità competenti per il successivo, ove possibile, recupero. Per i migranti è stata subito attivata la procedura prevista dal protocollo vigente e, dopo le prime formalità di rito effettuate dai carabinieri, con la collaborazione della Protezione Civile di Sant’Anna arresi che hanno fornito bevande e altri generi di conforto, alle 15.30 sono stati trasferiti A Cagliari per gli adempimenti di rito a cura dell’ufficio stranieri della questura.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità