NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Thu, Jul
57 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Interdizione pesca e transito aree marittime e demaniali interessate da esercitazioni a fuoco nel poligono di Capo Teulada

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi


Il Tenente di Vascello (CP) Maria Teresa OSTUNI, Capo dell’Ufficio Circondariale Marittimo e Comandante del Porto di Sant'Antiocom ha emanato un'ordinanza di interdizione della pesca per esercitazioni militari a fuoco, nella zona di mare antistante il tratto costiero di Capo Teulada, denominata Zona C311 (Carta nautica 159). Inoltre sono interdette anche le aree a terra delle zona demaniali del poligono militare riguardanti Porto Pino, Porto Cogolidus, Porto Zafferanu e Punta Niedda. Nella zona di mare C311 (Vedi Art. 1) è interdetta la navigazione, la balneazione, il transito, la sosta, l’approdo e la pesca, nonché qualsiasi attività marittima, anche subacquea estranea alle medesime operazioni, entro le acque territoriali comprese nella Giurisdizione del Circondario Marittimo di Sant’Antioco e dichiarate pericolose oltre tali limiti per “ESERCITAZIONI MILITARI A FUOCO”, nei giorni e negli orari sotto indicati:
03 Marzo 2017 dalle ore 09:00 alle ore 18:00 LT.
16 Marzo 2017 dalle ore 09:00 alle ore 18:00 LT.
17 Marzo 2017 dalle ore 09:00 alle ore 18:00 LT.
24 Marzo 2017 dalle ore 09:00 alle ore 18:00 LT.
L’interdizione delle aree a terra (costituenti demanio militare), insistenti all’interno del Poligono Militare di Capo Teulada, è regolamentata dalla competente Autorità Militare.
Negli stessi giorni e orari sopra elencati è vietato l’accesso nelle aree demaniali marittime del Poligono di Capo Teulada. I contravventori alla presente ordinanza, oltre ad essere ritenuti responsabili di eventuali danni che dovessero derivare alle persone e/o cose, incorreranno, sempre che il fatto non costituisca più grave reato, nelle sanzioni previste dagli Artt. 1164 e 1174 del Codice della Navigazione. Inoltre, negli altri casi si applica, autonomamente o in eventuale concorso con altre fattispecie, il reato
di cui all’Art. 1231 del Codice della Navigazione. È’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e di fare osservare l'Ordinanza

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna