NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
13
Wed, Dec
50 Nuovi articoli

Sant'Anna Arresi, I carabinieri bloccano due auto e arrestano due corrieri olandesi della droga

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Si aggiravano nella zona di Sant'Anna Arresi, nel Basso Sulcis, a bordo di una Bmw X3 con targa tedesca e una Golf con targa olandese. Erano sbarcati a Olbia ma non sapevano dove dovevano andare, in quale struttura turistica alloggiare e chi dovevano incontrare. Sono state proprio queste risposte poco convincenti a insospettire i carabinieri della Compagnia di Carbonia che in un'auto hanno trovato quasi 11 kg di cocaina purissima del valore, al dettaglio, per un valore di quasi due milioni di euro. E' successo ieri quando i militari della radiomobile della Compagnia di Carbonia avvalendosi poi dell'ausilio del personale delle stazioni di Tratalias, Sant’Antioco e Cortoghiana con il supporto aereo del velivolo cc46 dell’11° elinucleo di Elmas, hanno arrestato due corrieri di sostanze stupefacenti. Sono S. F. di chiara origine italiana alla guida dell’autovettura Bmw di sua proprietà e Stefan Lazarov, alla guida della autovettura wv golf, ambedue cittadini olandesi. I fatto è avvenuto ieri mattina quando una pattuglia del nucleo radiomobile era impegnata lungo la costa sulcitana in normali controlli di polizia, in questo periodo rafforzati in funzione anti terrorismo vista anche la notevole presenza di turisti nelle località marine del Sulcis. L’attenzione dei militari è stata attirata dalla presenza, notata più volte, di due macchine,una olandese ed una tedesca, che sembrava girassero a vuoto. Intorno 11.30 poi gli stessi venivano visti affiancati mentre discutevano tra loro. Allora i carabinieri hanno deciso di controllarli, chiedendo l’ausilio di una pattuglia della stazione di Tratalias che è abilitato alla lingua inglese. I due che sono stati controllati hanno riferito ai miliatri dell'arma di essersi persi grazie al navigatore che gli aveva fatto sbagliare strada e che erano arrivati alle 06.30 al porto di Olbia. Inoltre hanno asserito di non sapere dove dovevano andare precisamente , che sarebbero stati chiamati da una persona a loro sconosciuta che li doveva accompagnare ad un villaggio turistico. Vista tale incongruenze e che uno di essi ha riferito di non parlare l’italiano, anche se dal suo nome e cognome la sua origine era palese, i carabinieri per togliersi ogni scrupolo, dopo aver fatto giungere sul posto altre due pattuglie e l’elicottero del nucleo di Elmas per una migliore vigilanza li hanno condotti al comando compagnia di carbonia in modo di avere gli spazi adeguati ad ospitare le due vetture in sicurezza. La prima perquisizione della prima auto ha dato esito negativo, ma lo stato di agitazione del Fasano, proprietario della bmw convinceva i militari a portare le macchine in officina per un controllo più approfondito. Nel frattempo, attaccato alle chiavi della Golf vi era un telecomando che premuto casualmente da un militare ha causato, con la sorpresa di tutti, uno strano rumore nella bmw come se si aprisse qualcosa all’interno. La prova veniva ripetuta in officina e una volta aperto il longherone del lato guida, è stato scoperto uno sportellino che chiudeva un vano dove era nascosti dieci panetti di sostanza stupefacente, tipo cocaina, del peso complessivo di 11 chili. I due corrieri hanno asserito di non sapere nulla. Così le due auto, lo stupefacente, la somma complessiva di 1900 euro e quanto ritenuto utile ai fini dell’indagine è stato sottoposto a sequestro. Al termine degli accertamenti di rito i due corrieri sono stati condotti presso la casa circondariale “Ettore Scalas” di uta a disposizione del magistrato.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna