NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
14
Thu, Dec
51 Nuovi articoli

Iglesias. Si fingono esattori del servizio idrico ma fuggono quando il cliente minaccia di chiamare le forze dell’ordine.

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Si sono spacciati per  esattori del servizio idrico chiedendo il saldo di 250 eruo per una bolletta insoluta. I dsue truffatorio sono scappati quando il cliente ha minacciato di chiamare i carabinieri. Si moltiplicano i casi di falsi operatori, a volte privi di cartellini di riconoscimento e divise, altre volte vestiti con giubbini fluorescenti e muniti di cartellini falsificati, che chiedono di poter entrare nelle abitazioni per eseguire non meglio specificati controlli all’interno o che intimano al cliente immediati pagamenti in denaro. E’ quanto avvenuto nei giorni scorso ad Iglesias e segnalato ad Abbanoa. «Secondo la denuncia del cliente, da sapere Abbanoa in un comunicato, a metà mattina due individui muniti di cartellino falso hanno bussato alla porta di casa chiedendo un pagamento in contanti di 250 euro per il “saldo di una bolletta insoluta”. La pretesa dei due falsi esatori è però andata a vuoto in quanto  il cliente preso di mira è un regolare pagatore. L'uomo così ha  avuto il sospetto che potesse trattarsi di una truffa minacciando di chiamare immediatamente le forze dell'ordine. Così  due truffatori, vista la resistenza e le intenzioni dell'uomo si sono dileguati. Abbanoa ricorda che sebbene i propri tecnici siano riconoscibili, è purtroppo possibile imbattersi in truffatori di professione che trovano il modo di intrufolarsi nelle case, specie quando hanno a che fare con anziani o persone indifese attuando le più disparate tecniche di approccio nei confronti di ignari clienti. L'azienda ricorda agli utenti di verificare che i lavori nelle strade non abbiano danneggiato i tubi interni, leggere il contatore, verificare se in casa ci siano perdite ricordando che l'azienda da aiuto al cliente per  evitare lo slaccio chiedendo il pagamento immediato dell’eventuale debito. Per non avere situazioni di pericolo Abbanoa consiglia ai clienti che dovessero notare comportamenti anomali di sedicenti tecnici, di chiamare le Autorità competenti e di segnalare ad Abbanoa i casi di presunte truffe al  numero verde 800 062 692 che  è utile anche per avere un riscontro immediato e con  una telefonata è possibile scoprire se l’identità di chi si presenta alla porta corrisponde con quella di un operatore Abbanoa o di un incaricato Abbanoa. Gli operatori di Abbanoa che eseguono interventi domiciliari sulle utenze sono riconoscibili, esibiscono il tesserino e non chiedono mai di eseguire pagamenti sul momento. Il Gestore unico precisa infatti che in nessun caso il cliente deve consegnare denaro al personale. Tutti i pagamenti verso l’azienda vengono fatti, per chi non ha attivato la domiciliazione bancaria, con bollettino premarcato postale, bonifico bancario, oppure tramite il sito internet tramite lo Sportello online e l’applicazione per i cellulari di Hype Wallet.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna