NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
25
Wed, Apr
32 Nuovi articoli

Sulcis. Nel fine settimana scorsa controlli a contrasto della piccola criminalità a Carbonia, Due auto incendiate a Sant'Antioco

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

 

Si allargano le indagini dei carabinieri di Sant'Antioco sul caso che ha portato ad un arresto nei pressi del Banco di Sardegna a Sant'Antioco di un presunto estorsore. Nei giorni scorsi il giudice istrutture ha convalidato l'arresto ma a seguito del proseguo delle indagini ha disposto la caustodia cautelare in carcere, dove è detenuto, anche per i reati di sequestro di persona ai danni di una persona del territorio e porto illegale d'armi. Come si ricorderà l'uomo era stato sorpreso e bloccato dai militari dell'arma nei pressi del Banco di Sardegna a Sant'Antioco mentre si faceva consegnare la somma di 200 euro appena prelevata dalla vittima col bancomat. Continua l'opera di controllo nel territorio da parte dei carabinieri. Nel fine settimana appena trascorsa i militari della compagnia di Carbonia hanno svolto un servizio coordinato di controllo con posti di controllo in città e nella periferia, finalizzato a prevenire e contrastare i reati contro il patrimonio e, in particolare, i furti in abitazione e in esercizi commerciali. Complessivamente il servizio ha permesso complessivamente di identificare 77 persone, controllare 53 veicoli, controllare gli avventori di 4 esercizi pubblici ed elevare 5 infrazioni al codice della strada. Tra i dati salienti dell'operazione una denuncia a piede libero per false generalità di una nigeriana di 24 anni, residente a Cagliari, che è stata sorpresa da un equipaggio radiomobile in un atteggiamento sospetto all’interno di un esercizio commerciale di via Roma. La donna dei militari ha fornito una falsa identità, accertata poi con più approfonditi controlli sugli schedari segnaletici. Segnalato quale assuntore di droga un 39enne residente a Teulada, agricoltore e con precedenti di polizia perché, mentre si trovava a bordo della propria autovettura in zona isolata e poco illuminata, dopo essere stato controllato e perquisito è stato trovato in possesso di una modica quantità di droga. A Sant'Antioco si sono registrati due incendi d'auto avvenuti a pochi giorni di distanza uno dall'altro in viale trento. Sui fatti, che si presume siano di origine dolosa, indagano i carabinieri della locale stazione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna