NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Sat, Oct
56 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Bliz dei ladri di rame. Rubati i cavi elettici dell'arena fenicia e le grondaie e pluviali di una scuola media

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Sant'Antioco sotto attacco dei ladri di rame. Ignoti  hanno depredato prima i cavi dell'impiano elettrico dell'arena fenicia e poi grondaie e pluviali della scuola media Antioco Mannai in via Salvo d'Acquisto. Le autorità comunali, venute a conoscenza dei fatti, stanno al momento verificando l'entità dei danni che potrebbero essere ingenti, per poi presentare formale denuncia ai carabinieri in modo che si possa risalire ai responsabili dei furti e tentare di recuperare quanto più materiale possibile.  I malviventi hanno infatti effettuato un vero e proprio bliz all'arena fenicia, un anfiteatro ricavato anni fa nella suggestiva cornice della zona archeologica che si trova alla periferia della città tra il museo archeologico e il tophet, facendo razzia dei cavi elettrici che servono ad alimentare le strutture elettriche a servizio degli spettacoli musicali e non che si svolgono in quell'area. Due notti fa invece fa i ladri si sono ripetuti asportando grondaie e pluviali di rame di una scuola media dove recentemente erano stati effettuati dei lavori di riqualificazione. I ladri sicuramente hanno agito approfittando del buio della notte, dello scarso traffico in zone un po fuori mano e della mancanza di videosorveglianza. Il danno più grave che potrebbe anche mettere a rischio la stagione musicale ed artistica dell'estate prossima è stato il maxi furto avvenuto nella notte tra venerdi e sabato scorso nell'arena fenicia. Il furto dei cavi elettrici potrebbe danneggiare infatti gli appuntamenti annuali che si svolgono nell'area che l'attuale amministrazione sta cercando di valorizzare al massimo. Dalla scorsa estate è diventata infatti il posto privilegiato di “Arena fenicia festival”, un appuntamento che ha come obiettivo quello di allungare la stagione estiva inserendo la città lagunare nei grandi eventi musicali del mediterraneo. Mentre in autunno  è stata invece ubicazione per “Isola in fermento” un festival di musiaca, arte, birra, vini artigianali e buon cibo. Alla luce di questi fatti diventa adesso urgente continuare a dotare i punti sensibili cittadini di telecamere di sorveglianza. Dopo quelle istallate in piazza Italia e in piazza Umberto si rende necessario dotare di questi strumenti anche altre aree come le zone delle scuole, palasport e impianti sportivi. Ma più che mai necessario, e su cui l'amministrazione sta lavorando, è quello di dotare di telecamere  di sorvegliaza il ponte di accesso all'isola in modo da monitorare, se ce ne fosse bisogno, il traffico in ingresso e in uscita dalla città.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna