NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
16
Fri, Nov
27 Nuovi articoli

Santadi. Tentato omicidio, grave 40enne. Raggiunto da due colpi di arma da fuoco mentre guidava l'auto

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Tentato omicidio durante la notte a Santadì, nel Sulcis Iglesiente. Un operaio, N.A., 40 anni, di Giba, è stato ferito con due colpi di arma da fuoco alla testa e, dopo essere stato ricoverato in un primo momento all'ospedale Sirai di Carbonia, è stato successivamnete trasportato al Brotzu di Cagliari dove si trova in stato di coma. I carabinieri della Compagnia di Carbonia e del reparto operativo del Comando provinciale di Cagliari stanno lavorando nel tentativo di ricostruire dettagliatamente la vicenda e individuare gli autori. L'episodio è avvenuto intorno all'1 in una località  del territorio di Santadi..

N.A. si trovava a bordo della propria Mercedes insieme a un pensionato di Masainas di 65 anni, dietro di loro l'auto con a bordo V. A. padre di Nicola. I tre stavano facendo rientro a casa dopo aver lavorato nei loro terreni, quando l'operaio è stato raggiunto dai due colpi di arma da fuoco alla testa, perdendo il controllo del veicolo. Il pensionato che si trovava con lui è riuscito a bloccare l'auto. È subito scattato l'allarme. Sul posto sono arrivati i carabinieri e un'ambulanza del 118 che ha trasportato il ferito prima all'ospedale Sirai di Carbonia. Poi viste le gravi condizioni in cui versava è stato trasferito al Brotzu dove si trova adesso ricoverato nel reparto di Rianimazione.

I carabinieri hanno lavorato tutta la notte e continuano a lavorare per fare piena luce sull'episodio e stabilire se si sia trattato di un tentato omicidio o se il ferimento sia riconducibile ad altro. Si attende anche di capire che tipo di proiettili abbiano ferito il 40enne: se di pistola o fucile. Nella zona del tentato omicidio sono in corso rilievi e accertamenti.

"Il paese è sconvolto, non riusciamo a capire il perché di questo terribile episodio". Sono le parole di Andrea Pisanu, sindaco di Giba, dopo il tentato omicidio del consigliere comunale Nicola Atzori, avvenuto durante la notte a Santadì. L'uomo, occupato come operaio in una ditta per la lavorazione della plastica riciclata, è stato colpito con due fucilate alla testa ed è attualmente ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Brotzu di Cagliari. E' in coma, i medici mantengono riservata la prognosi. I carabinieri in queste ore stanno sentendo amici, parenti e conoscenti del consigliere comunale con l'obiettivo di ricostruire la vicenda, e soprattutto scoprire la matrice. Gli investigatori al momento tendono ad escludere un collegamento con l'attività politico-amministrativa dell'uomo, e anche il sindaco è di questa opinione.

Ansa

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna