NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
15
Thu, Nov
24 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Motopesca siciliana si incaglia su uno scoglio davanti all'isola della Vacca. Disincagliata con l'alta marea

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

 

Una notte come tante altre. Il mare calmo e una serata senza vento e uno spichio di luna facevano presagire una buona battuta di pesca. Erano le 22,20 quando il Rosi Lucy un motopesca d'altura siciliano iscritto al dipartimento marittimo di Santa Maria la Scala di Catania ha lasciato il porto di Sant'Antioco, dove ha base nel periodo di pesca al pesce spada, diretta verso la zona di pesca. Due ore dopo però per i cinque uomini di equipaggio del motopesca sarebbe  iniziato un incubo.  Uno scoglio che si trova sul  lato sud dell'isola della Vacca, oltre la secca, si è materializzato davanti al motopesca. Un attimo e il Rosi Lucy  si è trovato di colpo a non potersi muoversi adagiato con la prua sullo scoglio davanti alla piccola isoletta sovrastato da un lato dalla parete rocciosa dell'isola e dal mare diventato ad un tratto ostile dall'altro. Il tempo di capacitarsi di quanto accaduto e di accertare che il motopeschereccio non imbarcava acqua dall'imbarcazione è stata lanciata la richiesta di soccorso. Le cause per il momento sono ignote, si parla di una distrazione dovuta alla preparazione delle attrezzature di pesca che avrebbe impedito di capire che l'imbarcazione fosse troppo vicina alla secca e agli scogli che a sud fanno  da corona all'isola della Vacca. Su questo la capitaneria già da domani avvierà le dovute indagini per capire cause e responsabilità. Erano circa le 2 del mattino quando dal porto di Ponti è partita, dopo aver ricevuto la richiesta di soccorso, la motovedetta cp 812 che ha raggiunto subito il motopesca. Nel frattempo sul posto sono giunti anche altri pescherecci siciliani che si trovavano in zona che hanno atteso le prime luci dell'alba per decidere come operare in concerto con la guardia costiera che ha coordinato le operazioni. Si è deciso di tentare di aspettare l'alta marea in modo che fosse facile il tentativo di disincagliare il peschereccio.

traino nave webNel corso della mattina, mentre sulla zona si fermavano incuriositi decine di diportisti, il gruppo dei sommozzatori della Coral Reef di Sant'Antioco hanno monitorizzato e controllato lo  scafo del motopeschereccio accertando che non aveva avuto grossi danni alla chiglia. Tra le 13.30 e  le 14,  quando la marea ha raggiunto il punto più alto, il  motopesca  Veronica della cooperativa locale Albatros ha tolto la Rosy Lucy dalla pericolosa situazione trainandola in mare aperto. Poi scortata dalla motovedetta cp 812 il motopesca ha raggiunto il cantiere nautico di Ponti per i dovuti controlli. Tutto bene dunque quel che finisce bene. Adesso la capitaneria di porto dopo che avrà ultimato le indagini della vicenda  ed accertato le cause di naufragio darà il via libera al Rosi Lucy che potrà riprendere la pesca del pesce spada insieme alle altre barche siciliane che in questo periodo fanno base nel porto si Sant'Antioco per questo tipo di pesca.

 

 

 

 

 

 

 

 

-----------

OLTRE LA FARMACIAAAA farmacia basciu

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna