NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
27
Thu, Feb
35 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Nave mercantile si incaglia a Caposperone nel sud Sardegna ( notizia aggiornata) Commento sindaco Locci

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi

Si è rischiata una tragedia del mare sabato notte sulle coste dell'isola di Sant'Antioco. Sulla costa prospiciente  Capo Sperone nei pressi del residence  Peonia Rosa  a causa delle cattive condizioni meteo-marine che sta imperversando sulla Sardegnanave incagliata la Cdry Blue, una nave mercantile di 108 mt di lunghezza che batte bandiera italiana si è incagliata negli scogli.  Il cargo  era  partito dal porto di Cagliari, dove aveva scaricato un carico di caffè, per poi riprendere il mare verso il porto di Alicante in Spagna. Ma a causa del mare grosso il comandante ha deciso di tornare in porto. È stato a quel punto che il cargo ha urtato alcuni scogli rimanendo incagliata in balia delle onde.  Immediato l’intervento dei soccorsi. Sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Cagliari, sono stati immediatamente inviati sul posto i mezzi aeronavali della Guardia Costiera: due motovedette specializzate nella ricerca e soccorso e un  elicottero NEMO in forza alla 4^ Sezione elicotteri della Guardia Costiera di Decimomannu. 12 22 operazine salvataggio A causa della scarsa visibilità e delle proibitive condizioni meteomarine, con raffiche di vento che hanno raggiunto anche 50 Nodi, durante la notte non è stato possibile recuperare i 12 membri dell’equipaggio presenti a bordo nonostante sia stato  impiegato nelle operazioni un ulteriore elicottero dell’Aeronautica Militare . Alle prime luci dell’alba, nonostante il perdurare delle cattive condizioni meteomarine, l’elicottero Nemo della Guardia Costiera è riuscito a trarre in salvo tutti i marittimi presenti a bordo con tre successive sortite, trasportandoli in un piazzale adiacente all’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco, per l’occasione attrezzato quale punto di raccolta e assistenza. Lì i naufraghi sono stati assistiti dal personale del 118, della Protezione Civile Regionale e dei Vigili del Fuoco, oltre che dal personale della Guardia Costiera. Al momento, tramite un rimorchiatore partito dal porto di Cagliari e pattuglie da terra del locale Ufficio Circondariale Marittimo, prosegue sul posto l’attività di monitoraggio della nave per controllarne la stabilità ed eventuali sversamenti di idrocarburi che per il perdurare delle condizionin meteo marine potrebbe anche spezzarsi rendendo poi difficilie il recupero. Tutte le operazioni vengono costantemente seguite e monitorate dalla Centrale Operativa del Comando Generale della Guardia Costiera.

ignazio locci webIl commento sull'accaduto del sindaco di Sant'Antioco Ignazio Locci
"Siamo profondamente amareggiati e impressionati dall’accaduto: una nave mercantile nella tarda serata di ieri si è incagliata nelle coste dell’isola di Sant’Antioco. Già dalla notte scorsa abbiamo attivato un costante contatto con la Capitaneria di Porto di Sant’Antioco. Per fortuna non si contano feriti e attualmente sono in corso le operazioni di sbarco dell’equipaggio, rese difficili dal forte vento. Le condizioni meteorologiche avverse non consentono, per ora, di fare le dovute verifiche: ci auguriamo vivamente non si registrino danni al nostro patrimonio ambientale. Manifestiamo piena fiducia nell’operato della Guardia Costiera e di tutte le squadre attualmente impegnate nelle complicate operazioni di messa in sicurezza."

foto e riprese web e di Raffaele Salis

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna