NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Iglesias. Sabato: Tempo Reale e l'Arte Telematica in Italia 1986 – 1991

Eventi Manifestazioni
Aspetto
Condividi

In occasione della giornata dedicata alla ripulitura della città dalle scritte abusive ( “Wake-up Iglesias”), la Scuola Civica d'Arte Contemporanea di Iglesias ha organizzato per Sabato 7 Maggio alle 18,30 presso la Biblioteca Comunale un incontro con l'autore del libro “ L'Arte senza barriere”: Giuseppe Salerno. L'introduzione sarà a cura di Domenico De Masi e Paolo Portoghesi.
L'autore racconta la storia di Tempo Reale e del più incredibile dei borghi medievali italiani, un paese abitato sopratutto da artisti, musicisti, creativi, intelletuali e dove le piccole imprese culturali ne rappresentano l'economia principale.
Nel 1986 viene pubblicata su alcuni quotidiani l'idea/progetto di Giuseppe Salerno di cablare il borgo di Calcata: un centro a soli 40 Km di Roma arroccato su di una montagna di tufo, che domina la valle del fiume Treja. Al borgo si accede da un'unica porta e le sue vie sono cosi strette che le macchine non possono transitare. Un luogo dove il tempo sembrava ( e sembra tutt'ora) realmente essersi fermato, ma nel quale, grazie alla numerosissima presenza di artisti ed intellettuali (la più alta concentrazione in Italia), convivevano in un perfetto equilibrio le testimonianze del passato ed i segni del futuro. Condizioni quindi ideali per realizzare ( e allora sarebbe stato il primo) un borgo cablato dove sviluppare arte e ricerca in collegamento con il resto del mondo. Nel tentativo di accostare due realtà apparentemente lontane quali il tufo e la fibra ottica, l'antico borgo, tramite l'energia pulita della telematica e dell'arte, si preparò in netto anticipo su tutti ad entrare in quel futuro che tutti noi oggi conosciamo.

Nella seconda metà degli anni ’80 la crescente integrazione tra apparecchi terminali e reti di telecomunicazione modificò radicalmente i modi di accesso all’informazione aprendo le porte alla conoscenza totale e distribuita: tutti hanno accesso a tutto.
In tale contesto tra il 1986 e il 1990 si sviluppò nel borgo di Calcata l’attività di “Tempo Reale”, gruppo artistico italiano, riferimento prezioso per l’arte di ricerca che in quegli anni indagava a livello internazionale sul mondo della comunicazione a distanza. Animatore, teorico e critico militante del gruppo fu Giuseppe Salerno, sua principale esponente Giovanna Colacevich.
La ricerca di Tempo Reale fu seguita da un pubblico ristretto composto in gran parte da artisti, studiosi, critici e giornalisti. Erano tempi nei quali il concetto di immaterialità, soprattutto partendo dall’arte visiva, risultava non di facile comprensione e inaccettabile da quanti fossero legati ad un mercato che nell’oggettualità aveva la propria ragion d’essere. Si trattò di una ricerca lungimirante che, anticipatrice del divenire sociale, può oggi essere meglio compresa. l’Internet era ancora di là da venire ma gli artisti ne prefiguravano già l’avvento.
Le tante iniziative si realizzarono grazie al sostegno ed alla vicinanza di persone sensibili quali Mirella Bentivoglio, Caterina Bon, Lola Bonora, Domenico De Masi, Derrick De Kerchove, Lucio Cabutti, Enrico Cocuccioni, Mario Costa, Luigi De Jaco, Letizia Fabi, Vittorio Fagone, Antonio Gasbarrini, Giovanna Massobrio, Maria Grazia Mattei, Michele Missikoff, Domenico Nardone, Francesco Orsolini, Paolo Portoghesi, Giovanni Semerano, Mario Schifano, Claudio Strinati, Augusto Vighi e tanti altri. Fondamentale fu il sostegno delle aziende di telecomunicazione: Italcable e Sip (oggi Telecom).

Azioni principali di Tempo Reale.
1986
“Messaggio telex su fibra ottica” opera realizzata per la XLII Biennale di Venezia
Inaugurazione a Calcata dello spazio espositivo “Tempo Reale”
1987
“Syntesis, Visual Arts in the Electronic Culture”, convegno dell’UNESCO ad Offenbach.
Tempo Reale redige il manifesto per l’Arte Telematica sottoscritto dai rappresentanti di diciotto paesi.
“Il divenire e l’essere”, mostra che mise a confronto Futurismo e Tempo Reale
1988
“Tavola Rotonda sull’Arte Telematica” a Roma presso la galleria Alzaia
Sezione di Arte Telematica al “Festival dell’Arte Elettronica” di Camerino
1989
“L’Arte Telematica per un’Europa più Unita”, convegno, Calcata
ARTEFAX”, retrospettiva al Palazzo dei Congressi di Roma di eventi realizzati via fax da Tempo Reale
Pubblicazione del libro “L’Arte Senza Barriere”

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità