NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
63 Nuovi articoli

Cagliari. Sino al 20 ottobre Festival Tuttestorie: gli spiriti indomiti e temerari che fanno sognare i ragazzi

Cultura
Aspetto
Condividi

Sino al 20 ottobre ritorna a Cagliari l'appuntamento internazionale con la letteratura per ragazzi. Ottanta degli autori più famosi daranno vita a oltre trecento eventi in “Con che coraggio la pioggia vien giù/ Con che coraggio il sole sta su/Serve coraggio per fare gli eroi/Serve anche a loro per fare come noi”. E’ l’”Inno del coraggio” firmato da Bruno Tognolini (con l’interpretazione di Fabio Marceddu, Tiziana Pani e Antonello Murgia) a introdurre all’undicesima edizione del festival di letteratura per ragazzi “Tuttestorie”, quest’anno dedicato a forgiare spiriti temerari.
Organizzato dall’inossidabile trio di librarie Cristina e Manuela Fiori, e Claudia Urgu, l’appuntamento quest’anno si svolgerà dal 13 settembre al 20 ottobre, richiamando in città, come da tradizione, ottanta tra i più amati autori per ragazzi. Tra gli altri: Axel Scheffler, il papà del simpaticissimo mostro Gruffalo, per la prima volta in Italia Philip Ardagh, scrittore che nel 2009 si è aggiudicato il “RonaldDahlFunnyPrize”, la tedesca Jutta Bauer, creatrice della “Regina dei colori”, sino alle italiane Annalisa Strada, autrice di un libro dedicato alla Strage di via d’Amelio, e Nadia Terranova che nel suo nuovo romanzo “Casca il mondo”, racconta il terremoto dell’Aquila visto dai più piccoli.
Tra incontri con gli autori, laboratori, spettacoli di danza e di teatro, in tutto sono in programma 350 appuntamenti di cui 220 dedicati alle scuole di tutta l’isola. «Visto che per quest’anno abbiamo scelto di ispirarci al tema del coraggio, anche noi abbiamo voluto superare noi stesse - ha spiegato presentando la nuova edizione Manuela Fiori - Così abbiamo messo in cartellone eventi mai pensati prima».
La prima novità è la mostra (inaugurazione martedì 13 settembre 2016 alle 18.30 nell’Exma) dedicata Roald Dahl dal titolo “Love from a boy”: nello stesso giorno in cui avrebbe compiuto cent’anni, in 200 metri quadri di percorso espositivo si raccontano la vita e l’opera di uno degli scrittori per ragazzi più conosciuti e amati, autore tra l’altro di “La fabbrica di cioccolato”, da cui sono stati poi tratti i film che hanno visto protagonisti prima Gen Wilder, poi Johnny Depp.
La seconda novità è l’ingresso per la prima volta nella rete di Tuttestorie delle biblioteche di Iglesias e Sanluri. Ancora: la consueta festa finale che, ogni anno chiude la rassegna, stavolta si svolgerà tra le strade con una parata che vedrà protagonista San personaggio patrono del coraggio, una summa di personaggi letterari che hanno incoraggiato nei momenti difficili della vita.
Il fitto calendario d’eventi si apre all’Exma la sera del 13 alle 17.30 con i laboratori “Piccoli esploratori” e “Di qui non si passa”. Alle 18 è la volta dell’attesissimo Axel Scheffler, protagonista dell’incontro “Ha zanne tremende, artigli affilati e denti da mostro di bava bagnati… Ma è il Gruffalo”. Alla stessa ora, nella Torretta Tam Tam, appuntamento anche con “Giocarsi la vita. Storie di sport”: Nicoletta Bortolotti, Antonio Ferrara e Tommaso Percivale racconteranno la storia di tre atleti che hanno seguito un strada diversa da quella che sembrava segnata per loro. Alle 19.30 in piazza Blablà con l’Inno del coraggio si dà ufficialmente il via al festival.
Venerdì 14 alle 17 c’è Jutta Bauer, animatrice del laboratorio ispirato alla “Regina dei colori”, mentre alle 18 il gigante barbuto della letteratura inglese, Philip Ardagh, sarà con Alex Scheffler per l’incontro “Brutti nei guai”.
Sabato alle 17 appuntamento con “Nelly alla ricerca del capitan Rabarbaro” con Roland Chambres ed Emanuele Ortu. Alle 18.30 si parla di “Storie di bambine alle prese con la storia” con Paola Soriga, Nadia Terranova e Nicoletta Gramantieri.
Domenica, prima della grande festa finale, da segnalare l’incontro “Giovanni, Paolo ed Emanuela siamo noi”, con Carlo Carzan e
Annalisa Strada.
Grande spazio sarà dato anche alle arti performative, grazie all’intreccio con il festival “10 nodi” che porterà quattro spettacoli tra i più premiati delle ultime stagioni teatrali.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna