NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
14
Thu, Dec
51 Nuovi articoli

Carbonia. Covegno:Primi risultati scientifici ottenuti dal Sardinia Radio Telescope

Cultura
Aspetto
Condividi

telescopioSi svolgerà a Carbonia, lunedí 27 novembre 2017, alle ore 16.30 presso la Sala Conferenze della Provincia del Sud Sardegna (in via Mazzini a fianco ex scuola media Pascoli), l’incontro pubblico dal titolo "Primi risultati scientifici ottenuti grazie al Sardinia Radio Telescope", a cura della dottoressa Valentina Vacca, ricercatrice INAF - Osservatorio Astronomico di Cagliari. L’evento è promosso da Unisulky S'Ischiglia Network - Università Popolare del Sulcis.
Ingresso libero. Il Sardinia Radio Telescope (Srt), il radiotelescopio più grande d’Italia e il terzo fra i più grandi e avanzati d’Europa, è uno strumento versatile, capace di grandi potenzialità nello studio delle onde radio prodotte naturalmente da corpi celesti di varia natura. Ed è anche un’antenna in grado di ricevere i deboli segnali trasmessi da sonde interplanetaria lanciate dalla Nasa, dall’Esa o dall’Asi per studiare il Sistema solare. Al contempo, a Srt tecnici e astronomi si stanno attrezzando per indagare se in mezzo a quegli stessi segnali – una tecnica che prende il nome di “osservazioni piggy-back” – non vi siano eventuali indicazioni di segnali di origine “artificiale” non creati da esseri umani: detto altrimenti, segnali alieni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna