NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Wed, Aug
32 Nuovi articoli

Portovesme. Cinquanta nuovi cassintegrati tra le ditte d’appalto della centrale termoelettrica Enel

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Nuova tegola lavoro sulla testa dei lavoratori sulcitani che registrano cinquanta nuovi cassintegrati. Appartengono alle ditte d’appalto della centrale termoelettrica Enel di Portovesme, a cui l’imprenditore Ninetto Deriu ha comunicato ai sindacati 40 esuberi per la Reno, che si occupa di manutenzioni nella centrale, e 10 nella Cosacem, impegnata nelle pulizie industriali. Per i 50 esuberi sarà attivata la cassa integrazione ordinaria. Secondo quanto comunicato dall’imprenditore alle organizzazioni sindacali, la decisione è dovuta al calo di lavoro nell’impianto termoelettrico. Da qualche tempo infatti nella centrale “Sulcis” la produzione procede a singhiozzo e recentemente per una settimana di seguito la centrale non ha prodotto energia. Le prime conseguenze per i lavoratori degli appalti: 50 di loro finiranno in cassa integrazione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna