NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
05
Mon, Dec
53 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Documento Genti Noa su nuova giunta comunale

Politica Locale
Aspetto
Condividi

La nostra posizione sulla recente crisi del governo locale oramai la conoscete. Non ci siamo spaventati di nulla: per come stanno andando le cose, una buona gestione commissariale avrebbe garantito, rispetto a quello che abbiamo visto in otto anni, la cura dell'ordinario, secondo i criteri dell'efficienza, dell'imparzialità e del buon andamento. E siamo anche certi che in pochi sentiremo la mancanza dell'oramai ex che in molti di noi rivorrebbero a Paringianu.
Ebbene, non vi sarebbe motivo di commentare se ancora una volta le decisioni di questa "maggioranza" (parola quest'ultima che ho avuto cura di virgolettare, come avrete notato) non si fossero rivelate, ancora una volta, in totale contrasto con l'amara realtà di tutti gli Antiochensi.
Cinque assessorati, non più quattro, alla faccia della necessità di procurare a questa amministrazione - che ha lagnato di non avere soldi dal primo giorno di mandato - un risparmio di spesa! In un momento come questo, ci si aspetta, anche solo simbolicamente, una cura dimagrante, non l'aumento degli assessori e dei conseguenti costi della macchina politica.
Una buona notizia: compare tra le deleghe, per la prima volta, l'assessore al turismo, con nostra buona pace. Lo avevamo chiesto inutilmente nel 2012 e oggi arriva per celare il quinto assessore che per la seconda volta nella storia impedisce a tutti di annegare. Comunque, meglio tardi che mai e speriamo bene.
Rimane solo una domanda: con una maggioranza così risicata - in pratica all'opposizione ci sarebbero i numeri per farne un'altra di maggioranza - chi saranno i consiglieri di opposizione che in modo manifesto o ipocritamente occulto reggeranno il gioco al sindaco e alla sua nuova giunta?
A voi tutti l'ardua sentenza. Noi abbiamo una certezza, anzi, ne abbiamo due: la prima è che non manterremo in gioco nessuno; la dignità, la lealtà verso gli elettori tutti e l'onestà intellettuale sono una condizione per la rinascita di Sant'Antioco dalla quale non intendiamo prescindere. La seconda è che, da qualche giorno, sono iniziate le grandi e deplorevoli manovre della campagna elettorale!
Ad ogni buon conto, facciamo gli auguri alla nuova giunta con simpatia, come quando si augura "buona pesca" a chi si appresta a prendere il mare.
A noi tutti Antiochensi, nessuno escluso, riserviamo come sempre un serio e scaramantico
IN BOCCA AL LUPO!
GentiNOA

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità