NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Gli otto consiglieri di minoranza sfiduciano il sindaco Corongiu.

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Si incendia all'improvviso la vita politica di Sant'Antioco. Questa mattina mentre il gruppo politico cittadino Genti Noa, augurando buona festa patronale, ha affidato ad un manifesto murale l'incondizionata fiducia al Santo Patrono per derimere le controversie, cancellare le distanze, risolvere i conflitti ed unire la città per costruire un futuro migliore; gli otto consiglieri di minoranza, appartenenti ai gruppi di opposizione, con un altro manifesto che riporta la scritta a caratteri cubitali "Città tradita: Sindaco Corongiu dimettiti" invitano il sindaco a lasciare l'incarico di primo cittadino.

Il manifesto anticipa una mozione di sfiducia al Sindaco e alla Giunta che riportiamo integralmente.
"I sottoscritti consiglieri comunali, Massimo Melis, Salvatore Massa, Giovanni Inguscio, Alberto Fois, Luca Cabras, Valerio Lecca, Renato Avellino, Giorgio Corsini. Visto il D. Lgs. 267/2000, art. 52 comma 2; Visto il vigente Regolamento Comunale, art. 58;
propongono all’approvazione del Consiglio Comunale la presente, Mozione di Sfiducia al Sindaco e alla Giunta.
PREMESSO
che con la delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 08.09.2011 è stato approvato il Piano Strategico Provinciale, per il Lavoro con un Nuovo Modello di Sviluppo. Atto di Indirizzo. Indicava, tra le varie opere, anche la realizzazione del sottopasso nell’Istmo;
che la Giunta Regionale con delibera n. 33/45 del 31/07/2012 avente per oggetto “Elaborazione ed attuazione di un "Piano straordinario per il Sulcis" (Piano Sulcis) quale strumento atto a fronteggiare l'attuale crisi ed a favorire il rilancio e lo sviluppo dell'intero territorio del Sulcis - Iglesiente. Atto di Indirizzo. Indicava, tra le varie opere, anche la realizzazione del sottopasso nell’Istmo;
che il Consiglio Comunale ha approvato il 14/03/2013 all’UNANIMITÀ una mozione avente per oggetto: Piano Sulcis, infrastrutturazione Porto di Sant’Antioco Sottopasso – Tunnel;
che il Consiglio Comunale ha approvato il 08/10/2015 all’UNANIMITÀ una mozione avente per oggetto: Tunnel – Sottopasso SS126;
che durante il Consiglio Comunale tenutosi il 29 marzo 2016 il Sindaco, mentre si svolgeva il dibattito, riguardante la proposta di Deliberazione, a firma di tutti i Consiglieri Comunali di opposizione, avente per oggetto: Piano viario straordinario del Sulcis, Referendum Consultivo relativamente alle opere di realizzazione della rete viaria nell’ isola di Sant’Antioco. “ponte” – “tunnel”, ha dichiarato che il novanta percento della popolazione era favorevole alla realizzazione del Sottopasso – Tunnel;
CONSIDERATO
che dalle argomentazioni in premessa risulta inequivocabile la volontà , espressa negli anni dal Consiglio Comunale, riguardo alla realizzazione del Sottopasso-Tunnel;
che il Sindaco ufficialmente ha sempre dichiarato di essere favorevole alla realizzazione del Sottopasso-Tunnel;
che la volontà popolare, come dichiarato dal Sindaco, e non solo, ha espresso interesse solo per la realizzazione del Sottopasso-Tunnel, rifiutando la proposta progettuale per la realizzazione di un ponte alto circa trenta metri;
Tutto ciò premesso e considerato i sottoscrittori,
EVIDENZIANO
che a fronte dei deliberati del Consiglio Comunale, il Sindaco , partecipando alle riunioni riguardanti gli interventi previsti dal Piano Sulcis, non ha trovato le giuste argomentazioni per far valere la volontà espressa dal Consiglio Comunale, subendo passivamente il volere di altri;
che la mancanza di leale condivisione, da parte del Sindaco, del percorso avuto dalle proposte progettuali relativamente alle opere di realizzazione della rete viaria nell’ isola di Sant’Antioco. “ponte” – “tunnel”, sta causando gravi, speriamo non insormontabili, problematiche riguardo alla realizzazione dell’opera voluta dal Consiglio Comunale TUTTO e dalla stragrande maggioranza della cittadinanza Antiochense;
che da luglio 2015, nonostante le varie sollecitazione, da parte dei gruppi di opposizione, riguardo all’assenza di informazioni relativamente alle stato di avanzamento dei lavori previsti dal Piano Sulcis (rete viaria nell’ isola di Sant’Antioco. “ponte” – “tunnel”), il Sindaco e la Giunta, hanno assunto una posizione di immobilismo che favoriva il proseguimento dell’iter per la realizzazione di opere diverse da quelle chieste con i deliberati del Consiglio;
che a conferma di quanto anzidetto, il Sindaco e la Giunta non hanno ritenuto opportuno neanche informare, per dargli modo di partecipare, i consiglieri di opposizione in occasione della presentazione delle carte progettuali da parte dei tecnici di ANAS, tenutasi presso il Comune di Sant’Antioco il giorno 15 novembre 2015;
che, risulta evidente, in definitiva, l’assenza di fiducia formale e sostanziale nei confronti del Sindaco e della sua Giunta, da parte di otto consiglieri su sedici integranti l’organo elettivo e rappresentativo della volontà dei cittadini antiochensi;
che la gestione delle problematiche afferenti la migliore connessione terrestre dell’isola di Sant’Antioco con madre Sardegna, oltre ad essere argomento di primario interesse politico nella dimensione regionale e locale, è suscettibile di condizionare le dinamiche economiche e sociali di sviluppo dei prossimi anni;
che, la portata storica degli avvenimenti che precedono, richiedono un maggiore e migliore contributo politico al fine di evitare che tale situazione di immobilismo provochi ulteriori ed irreversibili danni,
CHIEDONO
con l’approvazione della presente mozione di sfiducia da parte del Consiglio Comunale, di mandare a casa il Sindaco e la sua Giunta: inidonei di sostenere, fuori dalle mura di Sant’Antioco, i deliberati, del Consiglio Comunale; incapaci di sostenere, fuori dalle mura di Sant’Antioco, la volontà della collettività Antiochense; incapaci di sostenere, fuori dalle mura di Sant’Antioco, gli interessi della collettività Antiochense; restituendo quindi quanto prima possibile la parola agli elettori".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità