NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
64 Nuovi articoli

Carbonia. Sel e Udc stigmatizzano gli episodi di intolleranza politica e civile in campagna elettorale

Politica Locale
Aspetto
Condividi


Il circolo SEl di Carbonia stigmatizza gli episodi di intolleranza politica e civile che si sono registrati in campagna elettorale
"I gravi accadimenti di questi giorni e di queste ore sono inaccettabili. L'atto intimidatorio nei confronti di Manolo Cossu e la lettera di minacce nei confronti di Ugo Piano non possono essere ammesse in quella che dovrebbe essere una campagna elettorale civile, dove si misurano posizioni politiche anche molto diverse tra loro, si legge in un documento, Il confronto politico può essere duro e appassionante, ma non si può scendere sul livello di azioni e di minacce che possano ledere le persone coinvolte. Per questo esprimiamo tutta la solidarietà politica e umana nei confronti delle persone che hanno subito queste intimidazioni.
Crediamo, continua Sel,  che il clima politico di questa campagna elettorale debba rimanere su temi e confronti politici differenti tra loro, ma sempre profondamente rispettosi della vita delle persone. Sulla scia di questo, con molta umiltà, ci sentiamo di proporre a tutti i candidati e le candidate sindaco, e le forze politiche coinvolte, un terzo tempo prima della fine della partita: un incontro conviviale in cui dare il messaggio della differenza e della solidarietà umana tra tutti noi".

Anche il circolo Sel di Sant'Antioco a nome del coordinatore Roberto Martinelli interviene sull'attentato incendiario di ieri notte nei confronti del candidato pentastellato.
"Al di là della condanna del vile gesto e della solidarietà che esprimiamo nei confronti del diretto interessato, ci teniamo a lanciare un appello: abbassiamo i toni, smettiamola di instillare nella gente la cultura della sovversione, della rivoluzione senza idee, dello sfascismo più radicale, si legge, Questi atti sono anche frutto del clima di forte tensione politica e sociale che si respira in Italia da qualche tempo. Diamo prova di maturità e di nonviolenza anche sulle parole, nel modo di porci, nel modo di confrontarci. Si limiti il dibattito alla politica , allo scontro dialettico politico anche duro ma nei limiti della civiltà e del rispetto delle posizioni, senza scadere nella violenza verbale che è sempre il trampolino di lancio della violenza vera e propria".

Così anche Rubiu (Udc)
<<Siamo vicini al candidato alla carica di consigliere comunale per il Movimento 5 Stelle, Manolo Cossu, in vista delle prossime elezioni amministrative di Carbonia e al candidato alla carica di sindaco Ugo Piano per la lettera di minacce ricevuta. Sono delle intimidazioni inaccettabili in un momento in cui dovrebbe prevalere il confronto democratico>>. Queste le parole del capogruppo regionale dell’Udc Gianluigi Rubiu sui gravi attentati che hanno visto come bersagli il commerciante, titolare di un negozio in Corso Iglesias e l’ex primo cittadino Piano. La rivendita di arredi e articoli per ufficio – di cui è proprietario Cossu - è stata oggetto di un raid incendiario, che non ha però avuto gravi conseguenze. <<Occorre non abbassare la guardia – aggiunge Rubiu – Non possiamo fermarci alle parole. Gli attacchi verso le persone che si impegnano nelle istituzioni e nel confronto politico sono inaccettabili>>. L’esponente centrista auspica: <<Una campagna elettorale all’insegna di un civile dibattito tra le forze politiche in campo, perché non si trascenda – conclude Rubiu – in una violenza senza senso o, peggio ancora, intimidazioni illogiche. Deve prevalere la legalità e un confronto all’insegna del rispetto>>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna