NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Thu, Dec
65 Nuovi articoli

Carbonia. Giunta e gruppo del M5S incontrano i vertici della Portovesme: «Confronto sull’ampliamento della discarica di Genna Luas».

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Sta per approdare in consiglio comunale lo scottante tema dell’ampliamento della discarica di Genna Luas, sito che ospita i rifiuti industriali prodotti dalla Portovesme srl. L’assemblea sarà chiamata fra breve ad approvare il progetto che consentirà la prosecuzione dell’attività dello stabilimento di proprietà della multinazionale Glencore: a tal fine la giunta comunale e il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, affiancati da un gruppo di attivisti ha attivato un confronto con il management della società interessata, «con la consapevolezza – si legge in una nota – di chi vuole guardare ai temi del lavoro e del rispetto dell’ambiente libero da condizionamenti e con il senso di responsabilità che deve contraddistinguere chi, eletto, è stato scelto per governare la città e guidarla per i prossimi cinque anni». Il primo incontro fra il sindaco Paola Massidda, la giunta e i manager della Portovesme srl è avvenuto il 2 settembre scorso: «Nel corso di una lunga riunione – prosegue il comunicato – si è entrati nel merito del progetto, lo si è sviscerato in tutti i suoi aspetti, con particolare attenzione alle questioni ambientali, si è approfondito il tema occupazionale e degli investimenti in ricerca e tecnologia. Nell’affrontare queste tematiche, particolare attenzione è stata posta al rispetto della salute pubblica, priorità assoluta in problematiche di questa natura e come già affermato nel nostro programma elettorale. Il puntuale rispetto delle leggi in materia è una condizione irrinunciabile, per poter proseguire in questo percorso conoscitivo, utile ad una scelta serena e condivisa. Inoltre si è posto l’accento sulla necessità di eseguire verifiche continue anche da parte di soggetti terzi, volte ad intercettare possibili rischi, anche oltre a quelli che sono gli adempimenti di legge richiesti e la successiva disponibilità ad intervenire tempestivamente in merito». Ieri è stata la volta dei militanti del M5S, una cui rappresentanza ha tenuto un sopralluogo guidato dall’amministratore delegato Carlo Colliri, dal responsabile delle bonifiche e dal responsabile della discarica, al quale ha partecipato anche un rappresentante sindacale. L’incontro viene definito «proficuo»: l’azienda ha per altro offerto la propria disponibilità per ulteriori incontri anche nelle sedi istituzionali. «Riteniamo fondamentale - aggiungono giunta e gruppo pentastellato – portare la discussione all’interno del consiglio comunale e farci promotori di un’azione tesa al pieno coinvolgimento della città e i suoi cittadini in un percorso di conoscenza e consapevolezza. Su tematiche così delicate come il coniugare lavoro e salute, nessuno, e sottolineiamo nessuno, può pensare di possedere una verità assoluta. Questa verità o, quantomeno, un punto di sintesi, deve essere frutto di un cammino che nel rispetto delle opinioni altrui, porti ove possibile ad una convergenza di intenti. È nostra intenzione approcciarci a questo tema scevri da condizionamenti di bottega e dalla ricerca esasperata del consenso elettorale».
Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità